Domande frequenti (FAQ)

Cerca FAQ




Knowledge Base

Nella pagina 'Knowledge Base', puoi trovare molti articoli tecnici, suggerimenti e trucchi che possono aiutarti a risolvere le problematiche di progettazione strutturale che potresti incontrare usando i programmi Dlubal Software

Newsletter

Ricevi regolarmente informazioni riguardo notizie, consigli utili, eventi, offerte speciali e buoni.

  • Risposta

    Il processo di ricerca del modulo in RFEM ricerca una forma che è in equilibrio con le aste per le aste in funzione della forza definita o dei parametri geometrici e che è in equilibrio con le reazioni al contorno per le superfici che dipendono dai parametri di forza definiti.


    Si verificano altri effetti di forza, oltre a questi dati di ricerca di forma relativi agli elementi? Ad esempio, è possibile definire il peso proprio degli elementi o il peso delle connessioni del nodo del cavo in un caso di carico aggiuntivo con la categoria di azione "Ricerca-modulo".

    Il processo di ricerca del modulo riconosce questi casi di carico speciali per la loro categoria di azione e inoltre include tutti i carichi di tutti i casi di carico con la categoria di azione "Ricerca del modulo" per il controllo modulo.

    Poiché i carichi sono applicati al modello nei casi di carico con la categoria di azione "Ricerca-moduli" nel processo di ricerca dei moduli, un'analisi separata di questi casi di carico non è importante. Questi casi di carico vengono utilizzati solo per l'immissione del processo di ricerca del modulo.

  • Risposta

    La norma 1993-1-8 specifica, che tipo di sezioni trasversali possono essere considerate. I progetti sono progettati in modo tale che sia possibile solo uno spessore di parete per sezione trasversale. Se viene rilevata una sezione trasversale non valida, apparirà un messaggio corrispondente (vedere Figura 1). Pertanto, la domanda sull'estensione di tali sezioni trasversali dovrebbe essere risolta in senso negativo. Lo standard si basa in gran parte su test / ricerche. Pertanto, l'attenzione si concentra su sezioni cave preconfezionate secondo EN 10210 e sezioni cave rifinite a freddo secondo EN 10219.

  • Risposta

    Per il materiale "Cavo ...", non ci sono specifiche per la resistenza allo snervamento e le capacità di trazione memorizzate nel database (vedere Figura 2). Di conseguenza, il modulo aggiuntivo per queste aste manca la base di calcolo. In modo che sia ancora possibile progettare tali materiali,

  • Risposta

    Sì, è possibile. I funi assorbono solo le forze di trazione. Così, è possibile calcolare le catene portacavi tenendo conto delle forze longitudinali e trasversali. Sarà necessario definire l'intera fune come un catena di funi costituita da aste parecchie funi. È possibile creare rapidamente linee a catena usando il menu 'Strumenti → Crea modello → Arco'. Più sarà precisa la forma iniziale della catenaria della fune, più stabile e veloce sarà l'esecuzione del calcolo.

    Si consiglia di precaricare le aste dei cavi. In questo modo, si prevengono le forze di compressione che risulterebbero in un errore. Inoltre, i cavi dovrebbero essere usati solo se gli spostamenti generalizzati rappresentano una parte significativa dei cambiamenti delle forze interne, cioè se si possono verificare grandi spostamenti generalizzati. Nel caso di un semplice sollevamento lineare, ad esempio un tetto sporgente, le aste di trazione sono completamente sufficienti.

    Quando si valuta la modalità di deformazione iniziale, il fattore di visualizzazione nel pannello di controllo è impostato su '1', in modo che gli effetti di avvitamento risultino realistici.

    L'analisi di grandi spostamenti generalizzati, nota anche come "teoria dei cavi", tiene conto delle forze longitudinali e trasversali nell'analisi. Nell'analisi, la matrice di rigidezza viene creata dopo ogni fase di iterazione per il sistema deformato.

    I carichi delle aste definite localmente sono gestiti in modo che la direzione del carico sia applicata come applicato al sistema indeformato. Tutte le forze interne sono trasformate nel sistema assiale dell'asta. Le aste del tipo di 'longherone' vengono sempre calcolate secondo l'analisi di grandi spostamenti generalizzati. Il resto delle aste sarà trattato secondo il metodo di calcolo selezionato.

  • Risposta

    Se si progetta una struttura con travi, colonne e cavi, RSTAB tiene conto dell'analisi di grandi spostamenti generalizzati (teoria dei cavi) solo per i cavi. I cavi possono assorbire solo la tensione; falliscono nel caso delle forze assiali negative. 

    Il tipo di asta di "Cavo" ha come effetto che il calcolo è eseguito secondo l'analisi di grandi spostamenti generalizzati in modo tale che le catene portacavi non risultino in un guasto come nel caso dell'asta "asta di trazione su asta di trazione". Questa è la principale differenza rispetto al tipo di asta di "Tensione". Così, i cavi saranno calcolati automaticamente secondo l'analisi della grande deformazione considerando le forze longitudinali e trasversali.

    Le aste di trazione e i cavi hanno una rigidezza longitudinale e inoltre i cavi hanno anche una rigidezza ideale nella direzione trasversale. Questo è 1/200 della rigidezza nella direzione longitudinale. Questa rigidezza è necessaria per calcolare una catena portacavi.

    Per determinare correttamente la linea di cavi deformati, è necessario modellare diverse aste di cavi (una catena di funi). Se questa divisione è mancante, la linea di abbassamento del cavo non sarà determinata. Così, i risultati non sono plausibili.

  • Risposta

    Se si desidera utilizzare l'analisi del secondo ordine, è necessario definire le combinazioni di carico. Nel caso di una combinazione di carico , i carichi dei casi di carico contenuti sono combinati in "un caso di carico eccezionale" in considerazione dei fattori di sicurezza parziali corrispondenti e questo caso di carico sarà calcolato secondo l'analisi del secondo ordine.

    Nel caso di una combinazione di risultati , d'altra parte, i casi di carico contenuti saranno calcolati per primi. Quindi, i risultati saranno sovrapposti in considerazione di fattori di sicurezza parziali. Non è possibile impostare il metodo di calcolo per le combinazioni dei risultati. Questo è possibile solo per i casi di carico e le combinazioni di carico.

    Per i casi di carico e le combinazioni di carico, è possibile specificare il metodo di analisi nei parametri di calcolo, ad esempio l'analisi del secondo ordine (vedere Figura 01). Se il modello include aste del tipo 'Cavo', questi elementi saranno calcolati secondo l'analisi di grandi spostamenti generalizzati.

    Per i casi di carico e le combinazioni di carico, si ottengono sempre forze interne univoche. D'altra parte, le combinazioni di risultati includono un inviluppo delle forze interne (valori massimi e minimi). Poiché i risultati dei casi di carico e delle combinazioni di carico sono sovrapposti nelle combinazioni dei risultati, i RC possono quindi contenere i risultati secondo l'analisi statica lineare o l'analisi del secondo ordine.

    Nel modello, è possibile combinare le LC definite in un RC riassuntivo con il criterio o (ad esempio, RC1 = CO1 / permanente o CO2 / permanente o CO3 / permamento ...). Così, si ottengono le forze interne massime e gli spostamenti generalizzati considerati dall'analisi del secondo ordine (vedere Figura 02).

    La 'permanente o sovrapposizione' ha come effetto che uno o entrambi i CO sono usati per i risultati. Se i risultati sono collegati in RCs con una "alternativa o sovrapposizione", potrebbe anche accadere che non si applichino CO. Quindi, le forze interne e gli spostamenti generalizzati diventano zero.

  • Risposta

    Questa rappresentazione grafica risulta a causa del fattore di visualizzazione per gli spostamenti generalizzati. Se si imposta questo coefficiente su 1 , si otterrà la deformazione realistica senza ridimensionamento.

    Il fattore può essere specificato nel pannello. Il pannello apparirà non appena i risultati saranno disponibili. È anche possibile visualizzarlo tramite il menu 'Visualizza → Pannello di controllo'.

    Con il fattore 1, è ovvio che la forza nel mezzo si traduce in un allungamento del cavo. Lo stiramento porta ad uno spostamento verso l'alto dei nodi esterni.

  • Risposta

    Il carico di 'precompressione' viene considerato dal programma come un carico esterno come un carico dell'asta e influenza l'intero sistema. Si "defluisce" nel sistema strutturale e di conseguenza crea deformazioni e reazioni di supporto. La precompressione viene convertita in un cambiamento di lunghezza (deformazione). Quale forza assiale che rimane dopo il calcolo dipende dal vincolo di deformazione dell'asta: se la rigidezza del sistema connesso è debole, non rimane nulla o solo molto poco della precompressione, ma esiste una deformazione.

    La precompressione è quindi paragonabile a un cambiamento di temperatura. Una volta che sarà espresso con una forza, una volta che sarà espresso con una temperatura.

    Nell'esempio 2, la forza di precompressione è più convertita in una deformazione, che porta a forze assiali inferiori, e quindi a forze di vincolo più basse.

Contattaci

Contattaci

Hai trovato la tua domanda?
In caso contrario, contattaci tramite il nostro supporto gratuito via email, chat o forum oppure inviaci la tua domanda tramite il modulo online.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Primi passi

Primi passi

Offriamo suggerimenti e consigli utili per aiutarti a familiarizzare con i programmi principali RFEM e RSTAB.

Veramente la miglior assistenza tecnica

“Un sentito grazie per le utili informazioni.

Vorrei fare un complimento al vostro team di assistenza tecnica. Sono sempre sorpreso da come trovate le risposte alle mie domande velocemente e professionalmente. Nel settore dell'analisi strutturale, uso diversi software compresi di contratti di servizio, ma la vostra assistenza è di gran lunga la migliore.”