Domande frequenti (FAQ)

Cerca FAQ




Knowledge Base

Nella pagina 'Knowledge Base', puoi trovare molti articoli tecnici, suggerimenti e trucchi che possono aiutarti a risolvere le problematiche di progettazione strutturale che potresti incontrare usando i programmi Dlubal Software

Newsletter

Ricevi regolarmente informazioni riguardo notizie, consigli utili, eventi, offerte speciali e buoni.

  • Risposta

    La determinazione della direzione è sempre determinata dal sistema assiale di rilascio della linea e dalla posizione dell'oggetto senza taglio. La visualizzazione del sistema Axis di condivisione di riga può essere aperta nella finestra di navigazione del progetto - Visualizzare in Modello ->
    Per determinare la direzione per la determinazione delle non linearità, è importante sapere come si muove l'oggetto rilasciato rispetto al sistema assiale di rilascio linea dell'elemento originale.
    Nella Figura 2, la superficie di rilascio V2 è definita come un oggetto rilasciato con il rilascio della linea u z se v z è definito come negativo. Il carico mostrato nelle figg. 1 e 2 sposterebbero il contatore della superficie 2 rilasciata sull'asse z del sistema assiale di rilascio della linea. Così, il rilascio di riga non sarebbe efficace per questi carichi, cioè, le superfici 1 e 2 sarebbero collegate saldamente.
  • Risposta

    Per la progettazione della stabilità degli elementi di compressione, è necessaria la combinazione di aste RF-CONCRETE e RF-CONCRETE NL. Il motivo è il seguente:

    In primo luogo, le forze interne delle singole combinazioni di carico (analisi del secondo ordine + imperfezione) sono soggette al calcolo elastico-lineare. Per questo, in pratica, hai solo bisogno di RFEM.

    Quindi, il progetto della sezione trasversale viene eseguito in aste RF-CONCRETE con queste forze interne determinate linearmente-elasticamente, e l'armatura di flessione richiesta è determinata da queste forze interne.

    L'armatura di piegatura viene quindi confrontata con le voci definite dall'utente relative all'armatura di base esistente o all'armatura minima e, in base alle stesse, viene generato il concetto di armatura (finestra di dialogo '3.1 Armatura longitudinale esistente' del modulo).

    L'armatura longitudinale esistente sarà quindi utilizzata per il progetto non lineare.

    Secondo la sezione 5.8.6 (1), le non linearità geometriche devono essere prese in considerazione secondo l'analisi del secondo ordine. Tuttavia, si applicano anche le regole generali per i metodi non lineari secondo 5.7.

    In Sec. 5.7 (1), si ipotizza un "comportamento non lineare adeguato per i materiali". Secondo 5.7 (4) P, l'uso di caratteristiche del materiale che rappresentano la rigidezza in modo realistico ma che tengano conto delle incertezze del cedimento devono essere utilizzate quando si utilizzano analisi non lineari.

    Questo richiede il modulo aggiuntivo RF-CONCRETE NL. Così, si considereranno le non linearità geometriche e del materiale e si adempiranno i requisiti di EC 2 riguardanti il progetto dello stato limite ultimo.

    Allo stesso modo, questo metodo è disponibile anche in RSTAB nel modulo aggiuntivo CONCRETE.

  • Risposta

    In RFEM 5 o RF-DYNAM Pro - Cronologia temporale non lineare, ci sono due metodi differenti disponibili per analisi dinamiche non lineari (chiamate anche "risolutori" nel seguito): il metodo della differenza centrale esplicita e il metodo NEWMARK implicito dell'accelerazione media (γ = ½ e β = ¼).

    Nel caso dei sistemi lineari, il risolutore implicito sarebbe preferibile nella maggior parte dei casi, poiché è necessariamente stabile numericamente, indipendentemente da quale sia la lunghezza del passo temporale scelta. Naturalmente, questa affermazione deve essere messa in prospettiva sullo sfondo che ci si possono aspettare notevoli inesattezze della soluzione se i passi temporali sono troppo grossolani. Il risolutore esplicito è solo condizionalmente stabile nel lineare, diventa stabile se il passo temporale scelto è inferiore a una determinata fase temporale critica:

    $ \ triangle t \ leq \ triangle t_ {cr} = \ frac {T_n} \ pi $

    In questa equazione, T n rappresenta il più piccolo periodo di oscillazione naturale della rete FE, che porta alla seguente affermazione: Più fine è la mesh FE, minore sarà il passo temporale scelto per garantire la stabilità numerica.

    Il tempo di calcolo di una singola fase del risolutore esplicito è molto breve, ma innumerevoli passaggi temporali molto fini potrebbero essere semplicemente necessari per ottenere un risultato. Di solito è preferibile il solutore implicito di NEWMARK per carichi dinamici che funzionano su un periodo di tempo più lungo. Il risolutore esplicito è preferibile se si devono comunque scegliere passaggi temporali molto fini per ottenere un risultato utilizzabile (convergente). Questo è il caso, ad esempio, nel caso di carichi a breve durata d'azione e in rapido cambiamento, come carichi di impatto o esplosione.

    In non lineare, entrambi i metodi sono "solo" numericamente stabili, ed è ancora vero che il solutore implicito di NEWMARK è nella maggior parte dei casi più stabile del metodo della differenza centrale. Pertanto, nel non lineare, sostanzialmente uguale a quello dei sistemi lineari. Nel caso di carichi transitori ea breve termine, il risolutore esplicito deve essere preferito nella maggior parte dei casi, ma in altri casi il solutore NEWMARK dell'accelerazione media.
  • Risposta

    No, il calcolo è sempre lineare. Tutte le nonlinarietà (ad esempio rottura a trazione, materiale non lineare, ecc.) Saranno ignorate. I cavi o le aste di trazione possono essere sostituite, per esempio, con il tipo di asta "Truss".
  • Risposta

    Il calcolo può essere risolto a causa di un sistema strutturale instabile per vari motivi. Si può verificare una "reale" instabilità dovuta al sovraccarico del sistema, ma gli effetti di instabilità possono essere causati anche da aste che si sono guastate.

    Nei parametri di calulcazione, è possibile disattivare la non linearità 'Aste dovute al tipo di asta' (vedere la Figura 01). Se il calcolo è quindi possibile senza il messaggio di errore, il problema è probabilmente causato da aste guaste.

    L'opzione 'Se si rimuovono le aste singolarmente durante iterazioni successive' nella finestra di dialogo Parametri di calcolo globali (vedere Figura 02) consente di evitare il cedimento completo delle aste di trazione. Questo sarà d'aiuto nella maggior parte dei casi. Per questo, il numero di iterazioni possibili dovrebbe essere sufficientemente grande.

    Un metodo alternativo è quello di applicare una precompressione alle aste di trazione al fine di prevenirne il cedimento.

Contattaci

Contattaci

Hai trovato la tua domanda?
In caso contrario, contattaci tramite il nostro supporto gratuito via email, chat o forum oppure inviaci la tua domanda tramite il modulo online.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Primi passi

Primi passi

Offriamo suggerimenti e consigli utili per aiutarti a familiarizzare con i programmi principali RFEM e RSTAB.

Veramente la miglior assistenza tecnica

“Un sentito grazie per le utili informazioni.

Vorrei fare un complimento al vostro team di assistenza tecnica. Sono sempre sorpreso da come trovate le risposte alle mie domande velocemente e professionalmente. Nel settore dell'analisi strutturale, uso diversi software compresi di contratti di servizio, ma la vostra assistenza è di gran lunga la migliore.”