Domande frequenti (FAQ)

Cerca FAQ




Assistenza clienti 24/7

Oltre al nostro supporto tecnico (ad es. tramite chat), sul nostro sito internet troverai risorse che potrebbero esserti d'aiuto nella progettazione con Dlubal Software.

Newsletter

Ricevi regolarmente informazioni riguardo notizie, consigli utili, eventi, offerte speciali e buoni.

  • Risposta

    La funzione di trascinamento della selezione è molto utile per un lavoro veloce in RSTAB e RFEM. Questa opzione deve essere prima attivata nel menu di scelta rapida (Figura 01).

    Se si fa clic su un membro o una linea vicino al nodo iniziale o finale nella finestra di lavoro, è possibile definire graficamente il nuovo punto di connessione.

    Tuttavia, se si prende un elemento o una linea nel terzo centrale, è possibile spostare semplicemente l'elemento in una nuova posizione.

    Se si preme ulteriormente il tasto 'Ctrl', gli elementi contrassegnati verranno copiati.

    Il video mostra innanzitutto come spostare la testa della colonna dell'elemento 2 dal nodo 2 al nodo 4. Quindi viene mostrato come l'elemento 2 viene spostato in una nuova posizione.

  • Risposta

    Quando si stampa un grafico nella relazione di calcolo, è possibile selezionare la posizione della scala dei colori nella scheda 'Scala dei colori'. Inoltre, è possibile regolare le dimensioni della scala dei colori nella stessa finestra di dialogo. Se la casella di controllo "Nessuna scala di colori" è disattivata (Figura 1), verrà visualizzata nel grafico nella relazione di calcolo.

    Se un grafico è già stato inserito nella relazione di calcolo senza una scala di colori, è possibile visualizzare la scala di colori in modo retroattivo. Per fare ciò, fare clic con il pulsante destro del mouse sull'immagine. Quindi, selezionare le proprietà nel menu di scelta rapida (Figura 2) per aprire la scheda "Scala colori". Qui, è anche possibile modificare la posizione e la dimensione della scala dei colori.

  • Risposta

    Nella finestra di dialogo Diagrammi dei risultati, è possibile creare regioni medie per preparare i risultati per la progettazione. Questa funzione è disponibile con il pulsante 'Modifica regioni medie'. Si aprirà la finestra di dialogo in Figura 1.

    Definire le regioni medie nelle colonne della tabella a sinistra; le voci per Inizio, Fine e Lunghezza sono interdipendenti. Ogni regione può essere attivata separatamente. La sezione "Usa per risultati" controlla per quali deformazioni, forze interne, tensioni o deformazioni deve essere eseguito un livellamento. Il livellamento può essere costante o lineare per tutte le regioni medie.

    Inoltre, una linea media può essere visualizzata sull'intero diagramma dei risultati tramite il pulsante con lo stesso nome (Figura 2).

    L'integrale della regione media viene visualizzato se la casella di controllo "Con interpretazione dei risultati" è selezionata nelle impostazioni dei diagrammi dei risultati (Figura 3).

  • Risposta

    Sì, è possibile creare un file video in RWIND Simulation. Disporre la grafica sullo schermo e selezionare il menu 'Strumenti → Crea file video'.

    Nella finestra di dialogo "Crea file video" (Figura 1), è possibile definire il nome del file video in una finestra di dialogo separata utilizzando il pulsante [Cerca]. È possibile selezionare diversi tipi di file video. Inoltre, è possibile regolare la qualità e la frequenza di registrazione.

    Fare clic sul pulsante [Avvia] per avviare la registrazione e sul pulsante [Stop] per interromperla.
  • Risposta

    L'intersezione tra superfici e linee può essere creata con la funzione "Collega linee/aste". Per fare ciò, selezionare la funzione 'Collega linee/aste' e quindi disegnare una finestra sopra gli elementi da intersecare (Figura 1). Verrà creato un nodo nel punto di intersezione. Questo è dimostrato anche nel video.
  • Risposta

    La relazione di calcolo non fornisce alcun modo per documentare gli elenchi e le formule dei parametri utilizzati.

    Tuttavia, l'elenco dei parametri e le formule possono essere esportati in Excel selezionando File → Esporta. Per fare ciò, selezionare le caselle di controllo corrispondenti nella sezione "Formule e parametri" della finestra di dialogo "Esporta tabelle in Microsoft Excel - Impostazioni" (Figura 1).

    L'esportazione dell'elenco dei parametri e delle formule è disponibile anche nella finestra di dialogo "Esporta tabella" (Figura 2), che può essere aperta utilizzando il pulsante Excel nella barra degli strumenti della tabella pertinente.

    Ad esempio, è possibile aggiungere le tabelle di Excel al rapporto di calcolo come blocco di testo. Questo è dimostrato nel video.

  • Risposta

    È possibile impostare le proprietà di visualizzazione del profilo della sezione trasversale nella finestra di dialogo Proprietà dello schermo (Opzioni → Proprietà dello schermo → menu Modifica). Le impostazioni si trovano nella categoria Colori → Extra → Contorno della sezione trasversale esterna o Colori → Extra → Contorno della sezione trasversale interna (vedere la Figura 1). Il colore, il tipo e lo spessore della linea possono essere impostati separatamente per lo schermo e la relazione di calcolo.

  • Risposta

    La descrizione delle diverse combinazioni di carico non deve essere identica, altrimenti verrà visualizzato il messaggio di errore mostrato nella Figura 1. La combinazione di carico rilevante si trova nel messaggio di errore (vedere la figura 1 N. di combinazione di carico 

    Il modello mostrato in Figura 2 contiene la combinazione di carico LC1 e LC2. Entrambe le combinazioni di carico hanno la stessa descrizione "ULS". È necessario modificare una delle due descrizioni in modo che sia possibile un'importazione.

  • Risposta

    A causa di imprecisioni nella modellazione, l'importazione non è possibile in modo da visualizzare il messaggio di errore mostrato in Figura 1. Pertanto, la superficie 1 mostrata in Figura 2 non è assolutamente planare. La coordinata X dei nodi 1-4 non è uguale. Se questa inesattezza di modellazione viene eliminata, l'importazione è possibile.
  • Risposta

    Nella finestra di dialogo 'Modifica supporti nodali', è possibile ruotare il sistema di assi locale del supporto (Figura 1). Innanzitutto, selezionare la sequenza che controlla la sequenza degli assi di supporto locale X ', Y' e Z ', quindi specificare l'angolo di rotazione attorno agli assi globali X, Y e Z nelle caselle di testo corrispondenti.

    La rotazione del supporto può anche essere determinata graficamente utilizzando i pulsanti corrispondenti nella finestra di dialogo. La rotazione del supporto viene visualizzata dinamicamente nella finestra di dialogo.

    Dopo il calcolo, le reazioni di supporto del supporto nodale ruotato possono essere valutate sia per il sistema degli assi globali che per il sistema degli assi locali (Figura 2).

1 - 10 di 77

Contattaci

Contattaci

Hai trovato la tua domanda?
In caso contrario, contattaci gratuitamente tramite e-mail, chat o il forum di supporto, o inviaci la tua domanda tramite il modulo online.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Primi passi

Primi passi

Offriamo suggerimenti e consigli utili per aiutarti a familiarizzare con i programmi principali RFEM e RSTAB.

Simulazione del vento e Generazione carico da vento

Con il programma stand-alone RWIND Simulation, i flussi di vento attorno a strutture semplici o complesse, possono essere simulate mediante una galleria del vento digitale.

I carichi del vento generato che agiscono su questi oggetti possono essere importati in RFEM o RSTAB.

Veramente la miglior assistenza tecnica

““Grazie per le preziose informazioni.

Vorrei fare un complimento al vostro team di assistenza tecnica. Sono sempre sorpreso da come trovate le risposte alle mie domande velocemente e professionalmente. Ho usato molti software con un contratto di supporto nel campo dell'analisi strutturale, ma il vostro supporto è di gran lunga il migliore. "