Applicazione di carichi di superficie variabili a superfici curve

Trucchi e consigli

Questo articolo è stato tradotto da Google Traduttore

Visualizza il testo originale

Se si desidera applicare, ad esempio, carichi del vento a un cilindro circolare come definito nella EN 1991-4, Clausola 7.9, procedere come segue.

I carichi, che in realtà devono agire nella direzione della superficie normale, sono applicati sia all'asse x che all'asse y. Viene utilizzata l'opzione "Globale relativa all'area proiettata" (XP per l'asse x e YP per l'asse y). Per la distribuzione lineare, l'opzione "Lineare in Y" è utilizzata per tutti i carichi nella direzione xe l'opzione "Lineare in X" per tutti i carichi nella direzione y.

Ad esempio, un carico variabile agisce su una porzione di un cilindro (Surface F3). Dovrebbe agire con 5 kN/m² alla linea 18 e 4 kN/m² alla linea 19, diminuendo linearmente tra di loro. L'immagine sopra mostra le impostazioni per il carico superficiale che agisce nella direzione dell'asse x. Per la distribuzione lineare nella direzione dell'asse y, sono stati selezionati i punti 9 (Linea 18) e 8 (Linea 19). Analogamente, la figura seguente mostra le impostazioni del carico nella direzione dell'asse y.

Link

Contattaci

Hai domande o bisogno di consigli?
Contattaci gratuitamente tramite e-mail, chat o il nostro forum di supporto o trova varie soluzioni e consigli utili nella nostra pagina delle FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

RFEM Programma principale
RFEM 5.xx

Programma principale

Software di progettazione strutturale per l'analisi con elementi finiti (FEA) di sistemi strutturali piani e spaziali costituiti da piastre, pareti, gusci, aste (travi), elementi solidi e di contatto

Prezzo della prima licenza
3.540,00 USD