Combinazione di supporti lineari e non lineari

Trucchi e consigli

Quando si definiscono condizioni di supporto reali, è sempre necessario combinare condizioni di supporto lineari e non lineari. In questo modo, un raggio che poggia su una parete può trasferire forze di compressione alla parete e il supporto di linea (muro) non prenderà il sopravvento sulle forze di sollevamento. Queste forze dovrebbero essere trasportate da viti, ad esempio, che sono definite come un supporto linfonodale lineare.

In generale, dovresti definire chiaramente i gradi di libertà su un nodo FE. Se è presente un supporto di linea non lineare e un supporto nodale definito nella stessa posizione (nodo), RFEM visualizza un messaggio che avverte che i nodi supportati si trovano su una linea supportata. Questo avvertimento non dovrebbe essere ignorato.

Per ottenere la giusta reazione di supporto, è necessario definire i nodi e i supporti di linea in posizione geometricamente diversa. Per questo, è possibile copiare e spostare il nodo supportato di alcuni centimetri verso il basso e connettere il nodo nuovo e originariamente supportato con un membro di accoppiamento. Ora puoi spostare il supporto nodale al nuovo nodo.

Link

Contattaci

Contattaci

Hai domande o hai bisogno di un consiglio?
Contattaci tramite il nostro supporto gratuito via email, chat o forum oppure trova soluzioni e consigli utili nella nostra pagina FAQ.


    +39 051 9525 443

    info@dlubal.it

    RFEM Programma principale
    RFEM 5.xx

    Programma principale

    Software di progettazione strutturale per l'analisi con elementi finiti (FEA) di sistemi strutturali piani e spaziali costituiti da piastre, pareti, gusci, aste (travi), elementi solidi e di contatto

    Prezzo della prima licenza
    3.540,00 USD