Membro singolo o articolato nell'analisi di stabilità dei doppi angoli

Trucchi e consigli

Un post precedente descrive l'analisi di stabilità dei doppi angoli. Ha affrontato l'analisi eseguita su un singolo membro.

Ora la domanda è, in base alla quale le condizioni al contorno sono effettivamente consentite. EN 1993-1-1, Clausola 6.4.4, fornisce regole di progettazione per i cosiddetti "membri strutturati ravvicinati". I doppi angoli con la disposizione back-to-back devono essere sempre collegati mediante viti o piastre saldate. La spaziatura massima tra le interconnessioni è definita come 15 volte il raggio minimo di rotazione di un angolo. Non ci sono valori specifici per lo spazio tra i membri, ma dovrebbe essere compreso nell'intervallo degli spessori di lamiera di riempimento abituali.

Se questi limiti vengono superati, è necessario progettare un membro articolato. In linea di principio, le forze interne globali possono essere determinate su un singolo membro. Oltre alle pre-deformazioni, è necessario considerare anche la rigidità al taglio. Questo può essere controllato dal valore t * in RFEM e RSTAB (vedere la figura). Questo valore viene applicato quando si calcola l'area di taglio e dipende dal tipo di controventatura o inquadratura. Le formule per t * sono descritte in Petersen: Steel Construction, 4th Edition, Table 17.1 (t * è indicato come t E qui), per esempio.

Link

Contattaci

Contattaci

Hai domande o hai bisogno di un consiglio?
Contattaci tramite il nostro supporto gratuito via email, chat o forum oppure trova soluzioni e consigli utili nella nostra pagina FAQ.


    +39 051 9525 443

    info@dlubal.it

    RFEM Strutture in acciaio e alluminio
    RF-STEEL EC3 5.xx

    Modulo aggiuntivo

    Progettazione delle aste di acciaio secondo Eurocodice 3

    Prezzo della prima licenza
    1.480,00 USD