Flusso di lavoro BIM: scambio di dati tramite i file IFC

Articolo tecnico

Questo articolo è stato tradotto da Google Traduttore

Visualizza il testo originale

Nel flusso di lavoro BIM, i file IFC sono spesso utilizzati come base per lo scambio di dati tra CAD e software di ingegneria strutturale. Tuttavia, vi è un problema fondamentale con questo approccio. Questo articolo spiega vari tipi di file IFC e offre una panoramica delle opzioni di importazione ed esportazione nei programmi Dlubal Software.

Viste del file IFC

Generalmente, ci sono due diversi tipi di file IFC, i cosiddetti Views. La vista di coordinamento descrive un modello e le sue proprietà fisiche come un elemento di volume, mentre la vista di analisi strutturale descrive i componenti rispetto ad un asse come elemento analitico. Questo è illustrato su un semplice esempio di una parete in Figura 01 (rispetto all'asse centrale).

Figura 01 - Confronto della vista di coordinamento con la vista di analisi strutturale

In generale, i programmi CAD utilizzano la vista di coordinamento per esportare i dati in un file IFC perché ciò riguarda i componenti strutturali come elementi fisici (di solito solidi). Tuttavia, un software di ingegneria strutturale non descrive necessariamente gli elementi come solidi poiché i progetti strutturali spesso richiedono la riduzione dei sistemi strutturali a modelli più semplici.
Ciò si traduce nel primo conflitto tra le due viste di un file IFC, quindi lo scambio di dati non è semplice.

Differenze dovute a modelli specifici per diramazione

Un altro ostacolo allo scambio di dati basato su un file IFC è la necessità di modelli del ramo corrispondente per la modellazione strutturale. La vista di coordinamento (modello fisico) si applica alla determinazione delle dimensioni corrette o ai controlli di collisione. D'altro canto, la vista Analisi strutturale viene utilizzata nella progettazione strutturale. Questo è illustrato da un semplice esempio. La figura seguente lo mostra. È una struttura composta da due pareti e una lastra del soffitto.

Figura 02 - Esempio di sistema strutturale per la visualizzazione di modelli specifici per diramazioni

Sulla base del modello dell'asse centrale, i seguenti modelli risultano per questo sistema strutturale:

  1. Modello fisico architettonico - Vista di coordinamento
  2. Modello strutturale analitico - Vista di analisi strutturale

Figura 03 - Confronto di modelli/viste specifici per diramazione di file IFC

Questa rappresentazione mostra che anche per la vista di analisi strutturale, non è facile creare un sistema strutturale calcolabile. Qui, è anche necessario regolare il modello manualmente.

Esportazione del file IFC (Vista analisi strutturale)

Sulla base dei fatti sopra menzionati, RFEM e RSTAB utilizzano la vista di analisi strutturale per esportare i file IFC. La figura seguente mostra gli elementi utilizzati nella vista Analisi strutturale (2x3).

Figura 04 - Elements of Structural Analysis View (2x3)

Questo file IFC include anche:

  • Informazioni e definizione di casi di carico e combinazioni di carico
  • Informazioni sulle sezioni trasversali (nomi e proprietà)
  • Informazioni sui materiali (nome)

Pertanto, è necessario assicurarsi che il programma di importazione supporti la vista di analisi strutturale per l'importazione del file IFC.

Importazione di file IFC (Vista di coordinamento e Vista di analisi strutturale)

Se durante l'importazione di un file IFC RFEM e RSTAB rilevano che il file utilizzato è stato creato nella vista Analisi strutturale, il contenuto viene importato automaticamente. Poiché RFEM e RSTAB non funzionano sostanzialmente con un modello fisico, non è possibile importare direttamente i file IFC di tipo Coordination View. Per scambiare i dati, selezionare l'opzione 'Abilita modello CAD/BIM' per importare un file IFC.

Figura 05 - Abilitazione dell'importazione di modelli fisici

I solidi importati successivamente non sono ancora oggetti 'Dlubal' e devono essere convertiti manualmente nelle aste, superfici o solidi corrispondenti. Per questo, è possibile modificare la posizione dell'asse neutro e il materiale preferito.

Figura 06 - Finestra di dialogo per la conversione di solidi architettonici

Conclusione

Uno scambio continuo di dati tra CAD e software di ingegneria strutturale basato su file IFC è attualmente problematico, a causa delle diverse viste e soprattutto perché le filosofie dei diversi produttori di software devono ancora essere unificate in qualsiasi linea guida ufficiale o standard. Tuttavia, le opzioni descritte in questo articolo mostrano che il processo può essere facilitato quando si utilizza questo formato di file e le interfacce corrispondenti.

Riferimento

[1] buildingSMART International

Link

Contattaci

Hai domande o bisogno di consigli?
Contattaci gratuitamente tramite e-mail, chat o il nostro forum di supporto o trova varie soluzioni e consigli utili nella nostra pagina delle FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

RFEM Programma principale
RFEM 5.xx

Programma principale

Software di progettazione strutturale per l'analisi con elementi finiti (FEA) di sistemi strutturali piani e spaziali costituiti da piastre, pareti, gusci, aste (travi), elementi solidi e di contatto

Prezzo della prima licenza
3.540,00 USD
RSTAB Programma principale
RSTAB 8.xx

Programma principale

Software di progettazione strutturale per il calcolo lineare e non lineare di forze interne, spostamenti generalizzati e reazioni vincolari di telai e strutture costituite da aste e travature reticolari

Prezzo della prima licenza
2.550,00 USD