Spiegazione delle non linearità del vincolo esterno sull'esempio | 1.2 Traduzione

Articolo tecnico

Questo articolo è stato tradotto da Google Traduttore

Visualizza il testo originale

RFEM e RSTAB forniscono numerose varianti delle definizioni non lineari dei vincoli esterni nodali. Nel seguito, come continuazione di un articolo precedente , le altre possibilità del progetto di un vincolo esterno non lineare per un vincolo spostabile saranno mostrate con un semplice esempio. Per una migliore comprensione, il risultato è sempre confrontato con un vincolo definito linearmente.

Generale

Ogni supporto nodale ha il proprio sistema di assi locale. Gli assi sono indicati con X ', Y' e Z '. Per impostazione predefinita, questo sistema di assi di supporto si basa sul sistema di assi globale del file RFEM o RSTAB. Tuttavia, è anche possibile definire un sistema di assi personalizzato o una rotazione. Nell'esempio fornito qui, i sistemi di assi di supporto sono mostrati per tutti i supporti nodali. Le opzioni delle singole non linearità sono mostrate per lo spostamento in X '. Per le altre due direzioni dell'asse di supporto, si applicano le definizioni simili.

Nota: la non linearità si riferisce sempre alla forza di supporto agente.

Diagramma: strappo

Figura 01 - Diagramma: strappo

Nel diagramma, il comportamento di deformazione del carico di un supporto può essere riprodotto molto vicino alla realtà. Nel caso di "cedimento", il supporto fallisce dopo aver raggiunto la più grande forza di sostegno negativa o positiva. Le zone positiva e negativa possono anche essere definite indipendentemente l'una dall'altra. Nella figura 01, il carico agente è stato selezionato in modo tale da rappresentare lo stato poco prima di raggiungere lo strappo.

Diagramma: cedevole

Figura 02 - Diagramma: flusso

Se viene raggiunta la deformazione definita, la forza di supporto non aumenta più con ulteriori incrementi di carico. Questo stato è indicato come "cedevole". La deformazione può ulteriormente aumentare, ma la forza di supporto non supera il valore massimo definito. È anche possibile specificarlo in modo diverso per la zona positiva e negativa.

Diagramma: continuo

Figura 03 - Diagramma: continuo

Dopo aver raggiunto la deformazione massima definita, la forza di supporto e la deformazione continuano ad aumentare linearmente. Il rapporto è definito dal gradiente della retta, descritto dalle ultime due voci del diagramma.

Diagramma: stop

Figura 04 - Diagramma: Stop

Come con la deformazione maggiore dell'ultimo valore nel diagramma, l'effetto del supporto è pieno. Il nodo viene quindi conservato completamente per la direzione definita.

Attrito PY '

Figura 05 - Attrito PY '

In questo caso, la definizione del supporto tiene conto della forza di supporto che agisce nella direzione Y '. Definendo il coefficiente di attrito, viene impostato il valore massimo della forza di supporto in X 'relativo alla forza di supporto in Y'.

Frizione PZ '

Figura 06 - Frizione PZ '

La definizione del supporto tiene conto della forza di supporto che agisce nella direzione Z '. Definendo il coefficiente di attrito, viene impostato il valore massimo della forza di supporto in X 'relativo alla forza di supporto in Z'.

Attrito PY'PZ '

Figura 07 - Attrito PY'PZ '

Questa opzione consente di modellare il supporto utilizzando il vettore di PY 'e PZ' oltre al coefficiente di attrito.

Frizione PY '+ PZ'

Figura 08 - Attrito PY '+ PZ'

Se il supporto è progettato in modo tale che ci sia un diverso coefficiente di attrito per Y 'e Z', è possibile utilizzare questa definizione di supporto. La rispettiva forza di supporto viene moltiplicata per il coefficiente di attrito specificato, ed entrambi i componenti vengono quindi sommati per formare il supporto di governo in X '.

Parole chiave

Supporta la non linearità Strappare Fluente Fermati Attrito

Download

Link

Contattaci

Contattaci

Hai domande o bisogno di consigli?
Contattaci gratuitamente tramite e-mail, chat o il nostro forum di supporto o trova varie soluzioni e consigli utili nella nostra pagina delle FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

RFEM Programma principale
RFEM 5.xx

Programma principale

Software di progettazione strutturale per l'analisi con elementi finiti (FEA) di sistemi strutturali piani e spaziali costituiti da piastre, pareti, gusci, aste (travi), elementi solidi e di contatto

Prezzo della prima licenza
3.540,00 USD
RSTAB Programma principale
RSTAB 8.xx

Programma principale

Software di progettazione strutturale per il calcolo lineare e non lineare di forze interne, spostamenti generalizzati e reazioni vincolari di telai e strutture costituite da aste e travature reticolari

Prezzo della prima licenza
2.550,00 USD