Carico da vento sui tetti Monopitch e Duopitch in Germania

Articolo tecnico sul tema Analisi strutturale con Dlubal Software

  • Knowledge Base

Articolo tecnico

Questo articolo è stato tradotto da Google Traduttore

Visualizza il testo originale

In Germania, la DIN EN 1991-1-4 con l'Appendice nazionale DIN EN 1991-1-4/NA regola i carichi del vento. La norma si applica alle opere di ingegneria civile fino a un'altitudine di 300 m.

Il vento è naturalmente un'azione variabile nel tempo su una struttura situata all'aperto. Il carico del vento è classificato come variabile, azione libera in modo che il carico possa essere combinato con altre azioni (ad esempio carico imposto o neve) in situazioni di progetto definito secondo la combinazione norma DIN EN 1990. Durante la costruzione si devono considerare le variazioni dei coefficienti aerodinamici dovute ad altre azioni (neve, traffico o ghiaccio) e dovute a modifiche della struttura. Tuttavia, le finestre e le porte in caso di carichi del vento sono considerate come chiuse. Le finestre e le porte aperte che sono inevitabilmente aperte devono essere considerate come una situazione di progettazione accidentale.

Il carico dinamico del vento deve essere visualizzato in modo semplificato come pressione del vento equivalente o forza del vento all'azione massima del vento turbolento. Il vento agisce sulle superfici esterne in caso di strutture chiuse e sulle superfici interne in caso di strutture permeabili o aperte. L'azione deve essere applicata perpendicolarmente alle superfici considerate. In caso di grandi superfici sotto la circolazione del vento, un componente di attrito deve essere considerato parallelamente alla superficie.

La norma del vento DIN EN 1991-1-4 con l'Appendice nazionale della Germania specifica il carico del vento come valore caratteristico. Questo valore è determinato da una velocità del vento di base con un valore di superamento della probabilità annua del 2% e un periodo di ritorno medio di 50 anni.

Il carico del vento risultante in caso di edifici sufficientemente rigidi non sensibili alle vibrazioni può essere descritto come una forza statica equivalente che dipende dalla velocità di picco. Al contrario, per gli edifici sensibili alle vibrazioni, la velocità di picco viene ulteriormente modificata con un fattore strutturale per determinare il carico statico equivalente [1] , [2] .

In termini semplici, le strutture non sono considerate sensibili alle vibrazioni se la deformazione sotto carico del vento causata da una raffinata risonanza del vento non è aumentata di oltre il 10%. Questo criterio si applica agli edifici tipici con un'altezza fino a 25 m e non sono soggetti a vibrazioni. In tutti gli altri casi, può essere utilizzato il seguente criterio di classificazione [3] :

Formula 1

xSh  δhrefh · h  bb  0,125 · hhref2


Valori:
xS = è lo spostamento della testa in m dovuto al peso proprio applicato nella direzione del vento
h = altezza della costruzione in m; hrif = 25 m
b = larghezza dell'edificio perpendicolare alla direzione del vento in m
δ = decremento logaritmico dello smorzamento secondo DIN EN 1991-1-4, Allegato F

Tipo di struttura:Smorzamento dell'edificio δmin
Struttura in calcestruzzo armato0,1
Strutture di acciaio0,05
Struttura mista (acciaio e calcestruzzo)0,08

Pressione velocità di picco dipendente dall'altezza

Il carico del vento su un edificio non suscettibile di vibrazioni dipende dalla velocità di picco di pressione qp. Questo valore risulta dalla velocità del vento di una raffica di vento con una lunghezza di 2-4 secondi, tenendo conto delle condizioni del terreno circostante. Per determinare il carico in una posizione, l'Appendice nazionale della Germania contiene una mappa delle zone del vento con i corrispondenti valori di base delle velocità di base del vento vb, 0 , i valori di base delle pressioni di velocità di base del vento qb, 0 e una specifica di vari tipi di terreno (categorie I - IV) [1] , [2] , [3] .

Se la zona del vento aumenta, aumenta anche il valore di base della velocità del vento di base.

Immagine 01 - Zone del vento della Germania

Se la categoria di terreno aumenta, il terreno è più ruvido.

TopografiaDescrizione
Categoria del terreno IMare aperto, laghi con almeno 5 km area aperta in direzione del vento; terreno liscia, pianeggiante senza ostacoli
Categoria del terreno IISito con siepi, singole fattorie, case o alberi (ad esempio, superficie agricola)
Categoria del terreno IIIPeriferia, aree industriali o commerciali; boschi
Categoria del terreno IVLe aree urbane, dove almeno il 15% dell'area è coperta da edifici, la loro altezza media supera i 15 m
Costa a profilo mistoRegione di transizione tra le categorie di terreno I e II
Profilo misto verso l'internoRegione di transizione tra le categorie di terreno II e III

La pressione del picco di velocità vb, 0 può essere determinata definendo il valore di base della velocità di vento di base qp e il tipo di terreno.

pressione cinetica di picco
qp in kN/m² [3]
Metodo 1
Tabella NA-B.1
Metodo 2
NA.B.3.3
Metodo 3
NA.B.3.2
Influenza del livello del mare
NNmod
Meno di 800 m sul livello del mare1,0
Tra 800 m fino a 1.100 m sul livello del mare0,2 + Hs/1.000
Sopra i 1.100 m sul livello del mareConsiderazioni speciali richieste
Zona di vento12341234
Velocità base di riferimento del vento
vb, 0 in m/s
22.525.027.530.0----
Coefficiente direzionale
cdir
1,0----
Coefficiente stagionale
stagione c
1,0----
Pressione della velocità base
qb in kN/m²
0.320,390.470,56----
Categoria del terrenoAltezza della strutturaqp in kN/m²
qp (z) in kN/m²
Categoria del terreno IFino a 2 m1,90 ⋅ qb ⋅ NNmod-----
Da 2 ma 300 m2,60 ⋅ qb ⋅ (z/10) 0,19 ⋅ NNmod
Categoria del terreno IIFino a 4 m1,70 ⋅ qb ⋅ NNmod-----
4 ma 300 m2,10 ⋅ qb ⋅ (z/10) 0,24 ⋅ NNmod
Categoria del terreno IIIFino a 8 m1,50 ⋅ qb ⋅ NNmod-----
Da 8 ma 300 m1,60 ⋅ qb ⋅ (z/10) 0,31 ⋅ NNmod
Categoria del terreno IVFino a 16 m1,30 ⋅ qb ⋅ NNmod-----
16 ma 300 m1,10 ⋅ qb ⋅ (z/10) 0,40 ⋅ NNmod
Isole del Mare del Nord IFino a 2 m-1.10 ⋅ NNmod----
Da 2 ma 300 m1,50 ⋅ (z/10) 0,19 ⋅ NNmod
Zone costiere e isole del Mar Baltico I - IIFino a 4 m-1,80 ⋅ qb ⋅ NNmod----
4 ma 50 m2,30 ⋅ qb ⋅ (z/10) 0,27 ⋅ NNmod
50 ma 300 m2,60 ⋅ qb ⋅ (z/10) 0,19 ⋅ NNmod
Zone interne II - IIIFino a 7 m-1,50 ⋅ qb ⋅ NNmod----
7 ma 50 m1,70 ⋅ qb ⋅ (z/10) 0,37 ⋅ NNmod
50 ma 300 m2,10 ⋅ qb ⋅ (z/10) 0,24 ⋅ NNmod
Terra verso l'internoFino a 10 m--0,50 ⋅ NNmod0,65 ⋅ NNmod0,80 ⋅ NNmod0,95 ⋅ NNmod
Da 10 ma 18 m0,65 ⋅ NNmod0,80 ⋅ NNmod0,95 ⋅ NNmod1,15 ⋅ NNmod
18 m fino a 25 m0,75 ⋅ NNmod0,90 ⋅ NNmod1.10 ⋅ NNmod1.30 ⋅ NNmod
Mare BalticoFino a 10 m---0,85 ⋅ NNmod1,05 ⋅ NNmod-
Da 10 ma 18 m-1,00 ⋅ NNmod1,20 ⋅ NNmod-
18 m fino a 25 m-1.10 ⋅ NNmod1.30 ⋅ NNmod-
Costa del Mar Baltico e del Nord e Isole del Mar BalticoFino a 10 m-----1,25 ⋅ NNmod
Da 10 ma 18 m---1,40 ⋅ NNmod
18 m fino a 25 m---1,55 ⋅ NNmod
Isole del Mar del NordFino a 10 m-----1,40 ⋅ NNmod
Da 10 ma 18 m---Secondo l'approccio 2
18 m fino a 25 m---Secondo l'approccio 2

Determinazione della pressione locale di velocità del vento locale con Dlubal Online Service

Il servizio online Dlubal Zone di carico da neve, Zone di vento e Zone sismiche combina le specifiche standard con le tecnologie digitali. Il servizio individua, a seconda del tipo di carico selezionato (neve, vento, terremoto) e della normativa specifica per paese, la rispettiva mappa della zona sulla mappa di Google Maps. Utilizzando la ricerca, è possibile posizionare un contrassegno sulla posizione della costruzione pianificata definendo l'indirizzo, le coordinate geografiche o le condizioni locali. L'applicazione determina il carico caratteristico o l'accelerazione in questa posizione usando l'altezza esatta sul livello del mare e i dati di zona forniti. Se il nuovo luogo di costruzione non può essere identificato da un indirizzo specifico, è possibile ingrandire e spostare la messa a fuoco nella posizione corretta. Con lo spostamento del marker, il calcolo si adatta alla nuova altitudine e visualizza i carichi corretti.

Il servizio online è disponibile sul sito internet di Dlubal in Soluzioni → Servizi online.

Definendo i parametri ...

1. tipo di carico = vento
2. Norma = EN 1991-1-4
3. Appendice nazionale = Germania | DIN EN 1991-1-4
4. indirizzo = Zellweg 2, Tiefenbach

... per la posizione selezionata si ottengono i seguenti risultati:

5. zona del vento
6. se applicabile: informazioni aggiuntive
7. velocità del vento di base fondamentale vb, 0
8. pressione basica di velocità del vento qb

Immagine 02 - Servizio online Dlubal

Se si seleziona una posizione superiore a 1.100 m, il servizio online sarà visualizzato al punto 6 "Nessun carico di vento definito superiore a 1.100 m | NCI A.2 (3) ". Nessun carico può essere determinato secondo la regola esistente e considerazioni speciali sono necessarie per questa posizione.

pressione del vento sulle superfici

La pressione di vento efficace su una superficie è il prodotto della pressione di picco massima determinante moltiplicata per il coefficiente aerodinamico [1] , [2] .

Per superfici esterne:
we = qp (ze ) ⋅ cpe
Valori:
qp (ze ) = pressione di picco
ze = altezza di riferimento per la pressione esterna
cpe = coefficiente aerodinamico per la pressione esterna

Per superfici interne:
wi = qp (zi ) ⋅ cpi
Valori:
qp (zi ) = pressione di picco
zi = altezza di riferimento per la pressione interna
cpi = coefficiente aerodinamico per la pressione interna

Il carico della pressione esterna ed interna risultante è il carico di pressione netto su una superficie. La pressione su una superficie è considerata positiva e la pressione (aspirazione) dalla superficie come negativa.

Pressione netta:
wnetto = we + wi

Immagine 03 - Pressione sulle superfici

Coefficienti aerodinamici selezionati

I carichi di pressione e di aspirazione vengono applicati sulla superficie di una struttura che è nel flusso del vento. La dimensione dell'azione sulle superfici esterne dipende dalla loro area di applicazione del carico. Un'area di applicazione del carico è la superficie che assorbe attivamente il carico del vento piano e lo trasmette in modo concentrato al sistema strutturale sottostante. Per questo tipo di analisi, la norma contiene coefficienti di pressione esterni aerodinamici che dipendono dalla superficie di introduzione del carico [1] , [2] .

Carichi l'area di applicazione A [3]Aerodinamica
Coefficiente di pressione esterna cpe
Descrizione
<1 m²cpe, 1Progettazione di piccoli componenti strutturali e dei loro ancoraggi (ad esempio involucri o elementi di copertura)
1 m² a 10 m²cpe, 1 - (cpe, 1 - cpe, 10 ) ⋅ log10 (A)
> 10 m²cpe, 10Progettazione dell'intera struttura

pareti verticali di edifici a pianta rettangolare

La velocità del vento aumenta naturalmente in modo non lineare con l'altezza da terra. La distribuzione della pressione di velocità di picco risultante può essere applicata in modo semplificato e ridimensionato dall'altezza per la superficie sopravento (area sopravento D), a seconda del rapporto altezza dell'edificio h con larghezza dell'edificio b [1] , [2] .

Immagine 04 - Distribuzione della pressione della velocità della raffica sull'altezza

I carichi di aspirazione della parete delle restanti superfici sottovento sottovento rispetto al vento (area A, B, C ed E) dipendono dall'aerodinamica dell'edificio. I coefficienti aerodinamici finali per le superfici esterne possono essere determinati e applicati in modo scalare, a seconda del rapporto tra l'altezza dell'edificio h e la profondità dell'edificio d.

Zona Immagine 01 - Zone del vento della Germania BCdE
h/gcpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1
≥5-1,4-1,7-0,8-1,1-0,5-0,7+0,8+1,0-0,5-0,7
1-1,2-1,4-0,8-1,1-0,5+0,8+1,0-0,5
≤0,25-1,2-1,4-0,8-1,1-0,5+0,8+1,0-0,3-0,5
Forze di aspirazione più grandi possono verificarsi nell'area di aspirazione per edifici separati situati in aree aperte.
È consentito interpolare linearmente valori intermedi.
Per gli edifici con h/d> 5, l'intero carico del vento deve essere determinato per mezzo dei valori di forza secondo DIN EN 1991-1-4 più l'Appendice nazionale della Germania capitoli da 7.6 a 7.8 e 7.9.2.

Immagine 05 - Classificazione delle superfici delle pareti per pareti verticali

Ad una falda

Simile alle dimensioni dell'edificio, la forma del tetto ha anche un effetto aerodinamico sulle superfici esterne del tetto. Una copertura con un'inclinazione maggiore di 5 ° con gronde alte e basse distintive è chiamata copertura a una falda. A causa dell'aerodinamica, i carichi del vento stanno agendo sulle superfici di applicazione del carico, a seconda dell'inclinazione della copertura [1] , [2] .

Zona[F9] Immagine 01 - Zone del vento della Germania hi
Direzione del flusso θ = 0 ° 2)
Angolo di inclinazione α 1)cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1
5 °-1,7-2.5-1,2-2,0-0,6-1,2--
+0,0+0,0+0,0
15°-0,9-2,0-0,8-1,5-0,3--
+0.2+0.2+0.2
30°-0,5-1,5-0,5-1,5-0,2--
+0,7+0,7+0,4
45 °-0,0-0,0-0,0--
+0,7+0,7+0,6
60 °+0,7+0,7+0,7--
75 °+0,8+0,8+0,8--
Direzione del flusso θ = 180 °
5 °-2.3-2.5-1,3-2,0-0,8-1,2--
15°-2.5-2,8-1,3-2,0-0,9-1,2--
30°-1,1-2.3-0,8-1,5-0,8--
45 °-0,6-1,3-0,5-0,7--
60 °-0,5-1,0-0,5-0,5--
75 °-0,5-1,0-0,5-0,5--
Direzione del flusso θ = 90 °
[F5]altoFbassa
cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1
5 °-2.1-2,6-2.1-2,4-1,8-2,0-0,6-1,2-0,5
15°-2,4-2,9-1,6-2,4-1,9-2.5-0,8-1,2-0,7-1,2
30°-2.1-2,9-1,3-2,0-1,5-2,0-1,0-1,3-0,8-1,2
45 °-1,5-2,4-1,3-2,0-1,4-2,0-1,0-1,3-0,9-1,2
60 °-1,2-2,0-1,2-2,0-1,2-2,0-1,0-1,3-0,7-1,2
75 °-1,2-2,0-1,2-2,0-1,2-2,0-1,0-1,3-0,5
1) È possibile interpolare i valori intermedi in modo lineare, a condizione che il segno non cambi. Il valore 0.0 è dato per l'interpolazione.
2) Per la direzione del flusso θ = 0 ° e gli angoli di inclinazione α = + 5 ° a + 45 °, la pressione sta cambiando molto rapidamente tra i valori positivi e negativi. Pertanto, il coefficiente di pressione esterna positiva e negativa è data per questa area. Per tali coperture, entrambi i casi (pressione e aspirazione) devono essere considerati separatamente considerando in primo luogo solo i valori positivi (pressione) e in secondo luogo solo i valori negativi (aspirazione).

Immagine 06 - Divisione delle superfici del tetto per coperture a una falda

Copertura a due falde

Una forma del tetto costituita da due superfici del tetto inclinate in direzioni opposte che si intersecano sul bordo orizzontale superiore nel colmo del tetto è chiamata copertura a due falde. Questa geometria ha i suoi effetti aerodinamici sulle aree di applicazione del carico [1] , [2] .

Zona[F9] Immagine 01 - Zone del vento della Germania hiJ
Direzione del flusso θ = 0 ° 2)
Angolo di inclinazione α 1)cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1cpe, 10cpe, 1
5 °-1,7-2.5-1,2-2,0-0,6-1,2-0,6+0.2
+0,0+0,0+0,0-0,6
15°-0,9-2,0-0,8-1,5-0,3-0,4-1,0-1,5
+0.2+0.2+0.2+0,0+0,0+0,0
30°-0,5-1,5-0,5-1,5-0,2-0,4-0,5
+0,7+0,7+0,4+0,0+0,0
45 °-0,0-0,0-0,0-0,2-0,3
+0,7+0,7+0,6+0,0+0,0
60 °+0,7+0,7+0,7-0,2-0,3
75 °+0,8+0,8+0,8-0,2-0,3
Direzione del flusso θ = 90 °
5 °-1,6-2,2-1,3-2,0-0,7-1,2-0,6--
15°-1,3-2,0-1,3-2,0-0,6-1,2-0,5--
30°-1,1-1,5-1,4-2,0-0,8-1,2-0,5--
45 °-1,1-1,5-1,4-2,0-0,9-1,2-0,5--
60 °-1,1-1,5-1,2-2,0-0,8-1,0-0,5--
75 °-1,1-1,5-1,2-2,0-0,8-1,0-0,5--
1) Per la direzione del flusso θ = 0 ° e gli angoli di inclinazione α = da -5 ° a + 45 °, la pressione sta cambiando molto rapidamente tra i valori positivi e negativi. Pertanto, sono indicati i valori positivo e negativo. Per tali coperture, si devono considerare quattro casi, in cui il valore più piccolo o più grande per le aree F, G e H è combinato con i valori più piccoli o più grandi per le aree I e J. Non è consentito combinare valori positivi e negativi su una superficie del tetto.
2) Per le inclinazioni della copertura tra i valori indicati, è consentita l'interpolazione lineare, a condizione che il segno dei coefficienti di pressione non cambi. Per le inclinazioni tra α = + 5 ° e -5 °, i valori per le coperture piane devono essere utilizzati secondo la DIN EN 1991-1-4 più il capitolo 7.2.3. Il valore zero è dato per l'interpolazione.

Immagine 07 - Divisione delle superfici del tetto per una copertura a falde

Autore

Dipl.-Ing. (BA) Andreas Niemeier, M.Eng.

Dipl.-Ing. (BA) Andreas Niemeier, M.Eng.

Ingegneria del prodotto e assistenza clienti

Mr. Niemeier è responsabile dello sviluppo di RFEM, RSTAB e dei moduli aggiuntivi per le strutture a membrana tesa. Inoltre, è responsabile dell'assicurazione della qualità e dell'assistenza clienti.

Parole chiave

Vento Monopitch Duopitch Raffica Velocità Sopravvento Sottovento

Riferimento

[1]   Eurocode 1: Actions on structures - Part 1-4: General actions - Wind actions; German version EN 1991-1-4:2005 + A1:2010 + AC:2010
[2]   National Annex - Nationally determined parameters - Eurocode 1: Actions on structures - Part 1-4: General actions - Wind actions; EN 1991-1-4/NA:2010-12
[3]   Albert, A. (2018). Schneider - Bautabellen für Ingenieure mit Berechnungshinweisen und Beispielen (23rd ed.). Cologne: Bundesanzeiger.

Link

Scrivi un commento...

Scrivi un commento...

  • Visualizzazioni 11478x
  • Aggiornato 24. agosto 2021

Contattaci

Contatta Dlubal

Hai domande o bisogno di consigli?
Contattaci gratuitamente tramite e-mail, chat o il nostro forum di supporto o trova varie soluzioni e consigli utili nella nostra pagina delle FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Online Training | Italian

RFEM | Corso base gratuito

Corsi di formazione online 16. novembre 2021 9:30 - 12:00 BST

Invito all'evento

Conferenza internazionale sul legno massiccio

Conferenza 12. aprile 2022 - 14. aprile 2022

Invito all'evento

Congresso delle strutture 2022

Conferenza 21. aprile 2022 - 22. aprile 2022

Verifiche di stabilità di strutture metalliche in RFEM e RSTAB

Verifiche di stabilità di strutture metalliche in RFEM e RSTAB

Webinar 7. settembre 2021 14:00 - 14:45 CEST

Verifica vetro con Dlubal Software

Verifica vetro con Dlubal Software

Webinar 8. giugno 2021 14:00 - 14:45 CEST

Analisi time history di un'esplosione in RFEM

Analisi dello storico dei tempi di esplosione in RFEM

Webinar 13. maggio 2021 14:00 - 15:00 EDT

Strutture di legno | Parte 2: Verifica

Strutture in legno | Parte 2: Verifica

Webinar 11. maggio 2021 14:00 - 15:00 CEST

Gli errori utente più comuni in RFEM e RSTAB

Gli errori utente più comuni in RFEM e RSTAB

Webinar 25. marzo 2021 14:00 - 14:45 BST

CSA S16: 19 Progettazione di strutture in acciaio in RFEM

CSA S16: 19 Progettazione di strutture in acciaio in RFEM

Webinar 10. marzo 2021 14:00 - 15:00 EDT

Gli errori utente più comuni con RFEM e RSTAB

Gli errori utente più comuni con RFEM e RSTAB

Webinar 4. febbraio 2021 14:00 - 15:00 BST

Progettazione di aste secondo ADM 2020 in RFEM

Progettazione di aste ADM 2020 in RFEM

Webinar 19. gennaio 2021 14:00 - 15:00 EDT

Dlubal Info Day

Dlubal Info Day online | 15 dicembre 2020

Webinar 15. dicembre 2020 9:00 - 16:00 BST

RFEM 5
RFEM

Programma principale

Software di progettazione strutturale per l'analisi con elementi finiti (FEA) di sistemi strutturali piani e spaziali costituiti da piastre, pareti, gusci, aste (travi), elementi solidi e di contatto

Prezzo della prima licenza
3.540,00 USD
RSTAB 8
RSTAB (inglese)

Programma principale

Software di progettazione strutturale per il calcolo lineare e non lineare di forze interne, spostamenti generalizzati e reazioni vincolari di telai e strutture costituite da aste e travature reticolari

Prezzo della prima licenza
2.550,00 USD
RX-TIMBER 2
RX-TIMBER Glued-Laminated Beam

Programma stand-alone

Progettazione di travi a campata unica in legno lamellare incollato secondo Eurocodice 5 o DIN 1052

Prezzo della prima licenza
1.120,00 USD
RX-TIMBER 2
RX-TIMBER Roof

Programma stand-alone

Progettazione di coperture in legno piane, mono falda e doppia falda secondo Eurocodice 5

Prezzo della prima licenza
360,00 USD
RX-TIMBER 2
RX-TIMBER DLT

Programma stand-alone

Progetto di travi in legno singole, continue e travi (Gerber) con o senza sbalzo secondo Eurocodice 5 o DIN 1052

Prezzo della prima licenza
360,00 USD
RX-TIMBER 2
RX-TIMBER Purlin

Programma stand-alone

Progetto di arcarecci accoppiati e di travi continue in legno secondo Eurocodice 5 or DIN 1052

Prezzo della prima licenza
360,00 USD
RX-TIMBER 2
RX-TIMBER Frame

Programma stand-alone

Calcolo di telai in legno a tre cerniere con giunti a dita secondo Eurocodice 5 o DIN 1052

Prezzo della prima licenza
360,00 USD
RX-TIMBER 2
RX-TIMBER Column

Programma stand-alone

Progetto di colonne in legno circolari o rettangolari secondo Eurocodice 5 o DIN 1052

Prezzo della prima licenza
360,00 USD
RX-TIMBER 2
RX-TIMBER Brace

Programma stand-alone

Calcolo dei controventi di falda in legno secondo Eurocodice 5 o DIN 1052

Prezzo della prima licenza
360,00 USD