Creazione di carichi mobili in RF-MOVE Surfaces

Articolo tecnico sul tema Analisi strutturale con Dlubal Software

  • Knowledge Base

Articolo tecnico

Questo articolo è stato tradotto da Google Traduttore

Visualizza il testo originale

RF-MOVE Surfaces facilita la generazione di casi di carico da diverse posizioni di carichi mobili. In base alle posizioni di carico del carico mobile, RFEM genera casi di carico separati per RFEM. Facoltativamente, viene creata una combinazione di risultati di inviluppo di tutte le posizioni di carico.

È possibile aprire il modulo aggiuntivo tramite la voce di menu RFEM Moduli aggiuntivi → Altri → RF-MOVE Surfaces. In alternativa, è possibile aprirlo nella scheda Dati del Navigatore progetti facendo clic sulle voci Moduli aggiuntivi → RF-MOVE Surfaces.

Invio

Innanzitutto, si specificano le superfici su cui devono essere generati i carichi mobili.

Se nella struttura sono già disponibili carichi mobili, è necessario effettuare ulteriori inserimenti nella sezione della finestra "Tipo di esportazione". In caso contrario, questa sezione sarà disattivata, come nel nostro caso.

Quindi, la casella di controllo sotto Combinazione di risultati di tipo "Inviluppo" consente di generare una combinazione di risultati dai casi di carico dei carichi mobili. L'opzione Variabile è selezionata come criterio di azione dei casi di carico.

La sezione della finestra "Linee di influenza/Superfici" consente di considerare le linee e le superfici di influenza che sono state determinate dal modulo aggiuntivo RF-INFLUENCE. La quantità di dati può essere ridotta, poiché vengono generati solo casi di carico sfavorevoli. Nel nostro esempio, questa casella di controllo non è attivata.

Successivamente, si definisce la distanza che i carichi mobili dovrebbero coprire. Per questo, è necessario creare un set di linee. Si consiglia di definire in anticipo la "corsia" nel modello RFEM.

In "Elenco di linee/Set di linee nr." campo di immissione, è possibile inserire manualmente i numeri delle linee che rappresentano le "linee guida" per il carico in movimento. L'ordine dei numeri specifica la direzione del movimento.

Naturalmente, le linee possono essere selezionate anche graficamente nella finestra di lavoro. Anche in questo caso, è importante assicurarsi che le linee siano cliccate nell'ordine corretto.

La sezione "Parametri" gestisce le specifiche globali per la generazione del caso di carico.

Il "Passo mobile" controlla le distanze uguali di cui i carichi si spostano sulle superfici. Più piccolo è il passo mobile, più casi di carico vengono creati. Inoltre, è possibile applicare un offset e/o un bumper.

Questa finestra "Carichi in movimento" gestisce i parametri dei carichi in movimento. Carichi diversi possono essere combinati in un modello di carico. I modelli di carico definiti vengono assegnati ai set di linee e, in base a questi dati, vengono creati i singoli casi di carico.

Quindi, il carico può essere definito come forza o momento e viene selezionata la distribuzione del carico. Sono disponibili diverse opzioni.

In questo esempio, è selezionata la distribuzione del carico per "Asse - Aree rettangolari". Il vantaggio è che il carico è distribuito come una coppia di carichi a blocco su due carichi di superficie in una distanza dello strumento di misurazione e quindi, contrariamente a un carico singolo, si possono evitare le singolarità.

Poiché la composizione di carichi mobili di solito richiede tempo e fatica, è possibile salvarli nella libreria dei modelli di carico in modo che possano essere utilizzati anche per altri progetti. Inoltre, nel database è già memorizzato un gran numero di modelli di carico.

L'ultima finestra, "Set di movimenti", collega l'input della geometria dei set di linee con l'input del carico dei carichi in movimento. Pertanto, la finestra specifica quali composizioni di carico si spostano su quali set di linee.

Nella maggior parte dei casi, un singolo set di movimenti è sufficiente, come nel nostro esempio.

Il set 1 viene applicato come set di linee e il modello di carico 1 come carico mobile. I carichi imposti della categoria F sono selezionati come categoria di azione.

Generazione e risultati

I vari casi di carico possono essere generati con un solo clic del mouse sul pulsante "Genera". Alla fine della generazione, i numeri dei casi di carico creati e le combinazioni di risultati vengono visualizzati come una nota, qui 81 nel nostro esempio.

RF-MOVE Surfaces non fornisce alcuna finestra dei risultati. I carichi generati nei singoli casi di carico possono essere controllati come al solito nel grafico, nelle finestre di dialogo di modifica o nella tabella "Carichi" sottostante. Sono stati inseriti nelle tabelle corrispondenti come carichi liberi concentrati, carichi liberi lineari o carichi liberi del poligono.

Documentazione

I dati del modulo aggiuntivo non sono gestiti separatamente nella relazione di calcolo. I casi di carico generati, compresi i carichi, vengono trasferiti a RFEM, dove possono essere integrati nella documentazione.

Autore

Dipl.-Ing. (BA) Sandy Matula

Dipl.-Ing. (BA) Sandy Matula

Assistenza clienti

La signora Matula fornisce supporto tecnico ai nostri clienti.

Parole chiave

carico mobile posizione del carico modello di carico

Riferimento

Scrivi un commento...

Scrivi un commento...

  • Visualizzazioni 600x
  • Aggiornato 19. settembre 2021

Contattaci

Contatta Dlubal

Hai domande o bisogno di consigli?
Contattaci gratuitamente tramite e-mail, chat o il nostro forum di supporto o trova varie soluzioni e consigli utili nella nostra pagina delle FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Online Training | Italian

RFEM | Corso base gratuito

Corsi di formazione online 16. novembre 2021 9:30 - 12:00 BST

Invito all'evento

Conferenza internazionale sul legno massiccio

Conferenza 12. aprile 2022 - 14. aprile 2022

Invito all'evento

Congresso delle strutture 2022

Conferenza 21. aprile 2022 - 22. aprile 2022

Verifiche di stabilità di strutture metalliche in RFEM e RSTAB

Verifiche di stabilità di strutture metalliche in RFEM e RSTAB

Webinar 7. settembre 2021 14:00 - 14:45 CEST

Verifica vetro con Dlubal Software

Verifica vetro con Dlubal Software

Webinar 8. giugno 2021 14:00 - 14:45 CEST

Analisi time history di un'esplosione in RFEM

Analisi dello storico dei tempi di esplosione in RFEM

Webinar 13. maggio 2021 14:00 - 15:00 EDT

Strutture di legno | Parte 2: Verifica

Strutture in legno | Parte 2: Verifica

Webinar 11. maggio 2021 14:00 - 15:00 CEST

Gli errori utente più comuni in RFEM e RSTAB

Gli errori utente più comuni in RFEM e RSTAB

Webinar 25. marzo 2021 14:00 - 14:45 BST

CSA S16: 19 Progettazione di strutture in acciaio in RFEM

CSA S16: 19 Progettazione di strutture in acciaio in RFEM

Webinar 10. marzo 2021 14:00 - 15:00 EDT

Gli errori utente più comuni con RFEM e RSTAB

Gli errori utente più comuni con RFEM e RSTAB

Webinar 4. febbraio 2021 14:00 - 15:00 BST

Progettazione di aste secondo ADM 2020 in RFEM

Progettazione di aste ADM 2020 in RFEM

Webinar 19. gennaio 2021 14:00 - 15:00 EDT

Dlubal Info Day

Dlubal Info Day online | 15 dicembre 2020

Webinar 15. dicembre 2020 9:00 - 16:00 BST

RFEM 5
RFEM

Programma principale

Software di progettazione strutturale per l'analisi con elementi finiti (FEA) di sistemi strutturali piani e spaziali costituiti da piastre, pareti, gusci, aste (travi), elementi solidi e di contatto

Prezzo della prima licenza
3.540,00 USD
RFEM 5
RF‑MOVE Surfaces

Modulo aggiuntivo

Generazione di casi di carico da carichi mobili per superfici

Prezzo della prima licenza
540,00 USD