Progetto con calcolo resistenza a fatica in RSTAB e RFEM

7. maggio 2015

Con il modulo aggiuntivo RF-STEEL Fatigue Members è possibile eseguire il progetto a fatica per aste e set di aste in acciaio secondo EN 1993-1-9. Il programma può essere utilizzato, ad esempio, per componenti strutturali con frequenti variazioni di carichi come vie di corsa.

Il progetto a fatica secondo EN 1993-1-9 si basa sul concetto della tensione nominale. Le forze interne sono determinate secondo l'analisi strutturale per le aste. Le sollecitazioni sono calcolate secondo la resistenza meccanica dei materiali nel punto in cui è prevista la formazione di fessure.

Ciò significa che i delta delle tensioni nominali Δσ e Δτ risultanti dalle azioni vengono confrontati con i valori di calcolo della resistenza a fatica ΔσR and ΔτR.

Inoltre, il concetto dei valori di sicurezza parziali si applica in EN 1993-1-9. Il coefficiente parziale γMf per la resistenza a fatica viene classificata a seconda del concetto di affidabilità e le possibili conseguenze della rottura.

Caratteristiche di RF-/STEEL Fatigue Members

RF-/STEEL Fatigue Members permette la totale integrazione con RSTAB/RFEM con importazione di tutte le forze interne pertinenti. Il modulo aggiuntivo RF-STEEL Fatigue Members include una vasta libreria di sezioni trasversali ed una libreria estensibile di materiali con i valori di resistenza specifici della normativa. Inoltre è possibile ottimizzare le sezioni trasversali automaticamente e trasferirle a RFEM/RSTAB.

Nel modulo aggiuntivo vengono determinati i delta delle tensioni per i casi di carico disponibili, per le combinazioni di carico o per le combinazioni di risultati. Le categorie di dettaglio possono assegnate liberamente sui punti di applicazione delle tensioni disponibili della sezione trasversale. L’assegnazione del coefficiente di danneggiamento equivalente, menzionato nella rispettiva normativa, è definibile dall'utente.

Dopo il calcolo si possono vedere i risultati del progetto indicati nelle tabelle del modulo, ivi compresi i valori iniziali e quelli intermedi. Inoltre, in RSTAB/RFEM, è possibile visualizzare graficamente le posizioni che sono più o meno sollecitate da tensioni. Tutti i valori di input ed i risultati, nonché i grafici, possono essere facilmente integrati e verificati nella relazione di calcolo di RSTAB/RFEM.

Contattaci

Contattaci

Hai domande o hai bisogno di un consiglio?
Contattaci o trova soluzioni e consigli utili nella nostra pagina FAQ.


    +39 051 9525 443

    info@dlubal.it