Modulo aggiuntivo RF-/STEEL SIA per RFEM/RSTAB

Ulteriori informazioni

Newsletter

Iscriviti per scoprire le novità, ricevere informazioni e consigli utili.

Progettazione delle aste di acciaio secondo la normativa SIA 263 (norma svizzera)

Il modulo aggiuntivo RF-/STEEL SIA esegue il progetto allo stato limite ultimo e di esercizio delle aste o dei set di aste secondo la normativa svizzera:

  •  SIA 263:2003
  •  SIA 263:2013

  1. Dettagli per instabilità

    Caratteristiche

    • Progetto di aste e set di aste per trazione, compressione, flessione e azioni combinate
    • Analisi di stabilità per sbandamento e instabilità flesso-torsionale
    • Determinazione automatica dei carichi critici e del momento critico per instabilità flesso-torsionale per applicazioni del carico e condizioni di vincolo generali utilizzando il programma FEM (analisi agli autovalori) integrato nel modulo
    • Possibilità di applicare un vincolo laterale discreto per le travi
    • Classificazione automatica delle sezioni trasversali (classi da 1 a 4)
    • Analisi degli spostamenti generalizzati (esercizio)
    • Ottimizzazione delle sezioni trasversali
    • Ampia libreria di sezioni trasversali, ad esempio sezioni laminate ad I, sezioni a C, sezioni a T, angolari, sezioni cave circolari e rettangolari, barre tonde, sezioni ad I e a T simmetriche, asimmetriche e parametrizzate così come i ferri ad L e gli angolari doppi
    • Possibilità di importare le lunghezze libere di inflessione dal modulo aggiuntivo RF-STABILITY/RSBUCK
    • Documentazione dettagliata dei risultati con riferimenti alle equazioni di progetto utilizzate e descritte nella normativa
    • Varie opzioni di filtro per la visualizzazione dei risultati ordinati per asta, sezione trasversale, posizione x o caso, combinazione di carico, combinazioni di risultato
    • Finestra dei risultati per la snellezza delle aste e per le forze interne determinanti
    • Lista dei componenti con specificazioni di peso e volume
  2. Lateral intermediate supports

    Lavorare con RF-/STEEL SIA

    I dati per i materiali, i carichi e le combinazioni di carico devono essere inseriti in RFEM/RSTAB nel rispetto dei principi di progettazione specificati dalla SIA 263 (Schweizerischer Ingenieur- und Architektenverein).

    La libreria di RFEM/RSTAB include già i materiali appropriati per la SIA. Inoltre, il modulo aggiuntivo RFEM/RSTAB permette di creare automaticamente le corrispondenti combinazioni di carico secondo SIA 260. In RFEM/RSTAB, tutte le combinazioni possono essere generate anche manualmente.

    Come prima cosa si selezionano le aste ed i set di aste da progettare nel modulo aggiuntivo RF-/STEEL SIA e, successivamente, si determinano i casi di carico, i carichi e le combinazioni di risultati. Nelle finestre di input, è possibile modificare le definizioni preimpostate per i vincoli laterali intermedi e le lunghezze di libera inflessione.

    Nel caso in cui si utilizzino aste continue, è possibile definire le condizioni di carico e le eccentricità per ogni nodo intermedio di ogni singola asta. Nel programma di base, un strumento speciale FEM determina i carichi e i momenti critici necessari per l'analisi della stabilità.

  3. Progetto secondo casi di carico

    Risultati

    RF-/STEEL SIA offre chiare finestre dii output di facile consultazione per la valutazione dei risultati. La prima finestra dei risultati mostra il massimo rapporto di progetto e l'analisi corrispondente per ogni caso, gruppo o combinazione di carico calcolata.

    Le seguenti finestre dei moduli mostrano i risultati dettagliati ordinati per oggetti specifici nei menu ad albero estensibili. Inoltre, è possibile visualizzare tutti i risultati intermedi in ogni punto delle aste. In questo modo, è possibile ripercorrere facilmente le modalità con le quali il modulo ha effettuato i singoli progetti.

    Tutti i dati del modulo sono parte della relazione di calcolo di RFEM/RSTAB. È possibile specificare, per ogni singolo progetto, quali saranno i contenuti e i dati di output da includere nella relazione. La rappresentazione grafica dei risultati del criterio determinate di progetto in RFEM/RSTAB consente un veloce controllo generale dell'utilizzazione dei singoli componenti strutturali.

Contattaci

Contatti Dlubal

Domande sui nostri prodotti? Hai bisogno di consigli per il tuo progetto?
Contattaci o trova soluzioni e consigli utili nella nostra pagina FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Progetti clienti

customer-projects-de

Interessanti progetti dei nostri clienti realizzati con i programmi di analisi strutturale Dlubal Software.

PREZZO per RFEM (netto)

  • RF-STEEL SIA 5.xx

    1.480,00 USD

  • Licenza addizionale

    666,00 USD

PREZZO per RSTAB (netto)

  • STEEL SIA 8.xx

    1.480,00 USD

  • Licenza addizionale

    666,00 USD

RSTAB
RSTAB 8.xx

Programma principale

Software di calcolo di strutture intelaiate

RFEM
RFEM 5.xx

Programma principale

Software di calcolo FEM

RSTAB
STEEL 8.xx

Modulo aggiuntivo

Analisi tensionale di aste

RSTAB
STEEL EC3 8.xx

Modulo aggiuntivo

Progettazione di aste e set di aste di acciaio sec. EC3

RFEM
RF-DYNAM Pro - Natural Vibrations  5.xx

Modulo aggiuntivo

Analisi delle vibrazioni naturali

RFEM
RF-CONCRETE 5.xx

Modulo aggiuntivo

Progettazione delle aste e delle superfici di cemento armato (piastre, pareti, strutture piane, gusci)

RFEM
RF-DYNAM Pro - Equivalent Loads 5.xx

Modulo aggiuntivo

Estensione del modulo RF-DYNAM Pro - Natural Vibrations per l'analisi con carichi statici equivalenti e modale con spettro di risposta

RFEM
SIA 262 for RFEM 5.xx

Impostazioni avanzate del modulo per RFEM

Impostazioni avanzate per moduli per la progettazione delle strutture di c.a. secondo SIA 262:2013

RFEM
RF-STEEL EC3 5.xx

Modulo aggiuntivo

Progettazione delle aste e dei set di aste di acciaio secondo Eurocodice 3

RFEM
RF-TIMBER Pro 5.xx

Modulo aggiuntivo

Progettazione delle aste e dei set di aste di legno

RFEM
RF-MAT NL 5.xx

Modulo aggiuntivo

Applicazione delle leggi di materiali non-lineari

RFEM
RF-STABILITY 5.xx

Modulo aggiuntivo

Analisi di stabilità secondo il metodo di calcolo agli autovalori