Domande frequenti (FAQ)

Cerca FAQ




Knowledge Base

Nella pagina 'Knowledge Base', puoi trovare molti articoli tecnici, suggerimenti e trucchi che possono aiutarti a risolvere le problematiche di progettazione strutturale che potresti incontrare usando i programmi Dlubal Software

Newsletter

Ricevi regolarmente informazioni riguardo notizie, consigli utili, eventi, offerte speciali e buoni.

  • Risposta

    Per questo motivo, il risultato sarà visualizzato con i valori dei risultati sulle superfici.
    È già stato impostato che saranno visualizzati solo i valori estremi. Inoltre, è possibile specificare nel navigatore Risultati se devono essere visualizzati i valori estremi dell'intero modello, tutte le superfici o i solidi o tutti i valori di picco locali.
  • Risposta

    I calcoli della sollecitazione vengono effettuati sui punti di sollecitazione della sezione trasversale.
    Sezioni trasversali di tipi di sezioni trasversali
    • Barra piatta
    • Barre quadre
    • Barre esagonali
    • Barre ottagonali
    • Piastre larghe
    ricevere solo i vincoli circonferenziali in punti angolari.
    Se un'asta con una di queste sezioni trasversali viene sottoposta al progetto mediante la forza di taglio o la forza di taglio, le sezioni trasversali in solido dovrebbero essere selezionate.
  • Risposta

    È corretto che nessun caso di carico corrispondente sia visualizzato nella Tabella 4.13 "Superfici - Deformazioni locali".

    Tuttavia, si possono trovare ad esempio nella Tabella 4.4 "Aste - Spostamenti locali". Vedere la Figura 01.

    Se si definiscono ora i casi di carico corrispondenti per max. Se si desidera vedere le deformazioni di un RC su una determinata superficie, è possibile integrare un'asta in questa superficie. Affinché questa asta non influisca sulla rigidezza della superficie, si consiglia di utilizzare, ad esempio, una sezione trasversale molto piccola.

    Se l'asta è stata integrata o reticolata correttamente nella superficie, si otterrà la tabella mostrata nella Figura 01. La Figura 02 mostra la deformazione corrispondente nel componente di superficie.

    Facoltativamente, è ora possibile fare clic sulla riga con il risultato desiderato (per esempio max u) per fare clic con il pulsante destro del mouse. Ora, nel menù contestuale, è possibile utilizzare l'opzione "Genera CO per riga selezionata" che è possibile utilizzare per generare un CO contenente i casi di carico appartenenti al valore selezionato. Vedere la Figura 03.

    Quando si esegue questo comando, si riceverà un CO dal RC con i casi di carico corrispondenti. Vedere la Figura 04 con i risultati della CO generata e il valore max. Spostamenti generalizzati nel campo considerato.
  • Risposta

    Per visualizzare la distribuzione dei risultati di un rilascio di linea o un vincolo esterno delle linee, fare clic con il pulsante destro del mouse sul rilascio di linea pertinente o sul rilascio di linea. Quindi, selezionare "Diagramma dei risultati" nel menu contestuale (vedere la Figura 1).
  • Risposta

    Quando si visualizzano i diametri di punzonatura con una forza di taglio nel perimetro critico, RFEM utilizza le sezioni interne. Al perimetro di controllo critico viene automaticamente assegnata una divisione interna. Così, i valori dei risultati saranno determinati su ciascun nodo mesh EF e sui punti di divisione interni. Nel navigatore Visualizza, è possibile visualizzare tutti i valori per le sezioni o solo il valore estremo. Così, una divisione più grossolana o l'output di valori non può essere impostato.
  • Risposta

    RSBUCK / RF-STABILITY calcola almeno un fattore di carico critico o un carico critico e una forma di instabilità assegnata. La lunghezza effettiva sarà quindi ripristinata dal carico critico (vedere qui ). Poiché questa analisi non viene eseguita per le singole componenti locali, ma solo per l'intera struttura, i fattori di riepilogo del carico risultanti si riferiscono alla struttura globale e non agli elementi locali. Tuttavia, può accadere che la struttura fallisca globalmente per alcuni fattori del ramo di carico (ma fallisce anche localmente (a seconda della rigidezza e dello stato della forza assiale).

    Pertanto, le lunghezze efficaci calcolate dovrebbero essere utilizzate solo dalle aste che si bloccano nella rispettiva modalità di instabilità. Nel caso del fallimento globale di una struttura (si veda la Figura 1 di esempio), è quindi difficile trarre conclusioni sul comportamento all'instabilità delle singole aste.

    La Figura 2 mostra una struttura in cui le colonne posteriori si piegano. Pertanto, si consiglia di utilizzare solo le lunghezze efficaci calcolate per entrambe le colonne.

    Di nuovo in generale: Le lunghezze di instabilità dal modulo RSBUCK sono valide solo per un componente strutturale nella rispettiva direzione se la relativa forma instabile "rigonfia" l'asta in relazione all'altro nella rispettiva direzione. È chiaro che anche qui le forze assiali hanno un impatto sui risultati.

  • Risposta

    La ragione principale di ciò è la dimensione della mesh EF e il diverso livellamento dei risultati. I risultati dovrebbero essere simili con una mesh EF sempre più fine. La Figura 01 mostra un confronto con una mesh EF relativamente ruvida. Il vincolo esterno risultante è 16,84 kN. Tuttavia, il risultato dei risultati della superficie è di soli 14,41 kN. Se la mesh EF viene rifinita a questo punto (vedere la Figura 02), i risultati saranno simili. La mesh EF è stata ulteriormente perfezionata nella Figura 03. I risultati ora sono esattamente uguali. La deviazione all'inizio può essere spiegata con la posizione singolare e il livellamento di planarità interno.
  • Risposta

    Un solido può essere assegnato con rigidità in tutte e tre le direzioni (x, y, z). Il modello materiale per questo è denominato Orthtropic Elastic 3D o Orthotropic Plastic 3D (figura 1).

    La rigidità può essere definita per E-modulo e modulo di taglio del solido. La direzione è ordinata secondo l'orientamento del solido (figura 2).
  • Risposta

    Sì, è possibile definire un'area nel pannello facendo clic sul pulsante "Opzioni". Qui è possibile definire un'area personalizzata spostando il cursore. In questo caso, le aree con tensioni superiori o inferiori non hanno colori.
  • Risposta

    Sfortunatamente, non è possibile dare una risposta generale alla domanda se un sistema è sufficientemente discretizzato. Quando si calcolano con elementi finiti, la regola generale è che gli spostamenti generalizzati e gli sforzi non si discostano più dalla soluzione analitica. L'obiettivo è scoprire il numero ottimale di elementi FE a cui le sollecitazioni non cambiano più.

    Di conseguenza, l'utente deve selezionare la discretizzazione secondo la necessità e il più approssimativamente possibile. La regola generale è che è sempre necessario selezionare almeno 3 elementi FE per altezza per i fori o gli sfondamenti nella struttura.

    Il modo in cui le singolarità sono gestite negli angoli rientranti, ecc., È descritto nelle seguenti FAQ .

    In base alle figure di questo articolo, è facile vedere che, data l'insufficiente discretizzazione del sistema, le intersezioni geometriche della struttura sono difficilmente coperte e il sistema si avvicina così ad una trave di flessione. Pertanto, non è possibile un progetto significativo.

1 - 10 di 71

Contattaci

Contattaci

Hai trovato la tua domanda?
In caso contrario, contattaci tramite il nostro supporto gratuito via email, chat o forum oppure inviaci la tua domanda tramite il modulo online.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Primi passi

Primi passi

Offriamo suggerimenti e consigli utili per aiutarti a familiarizzare con i programmi principali RFEM e RSTAB.

Veramente la miglior assistenza tecnica

“Un sentito grazie per le utili informazioni.

Vorrei fare un complimento al vostro team di assistenza tecnica. Sono sempre sorpreso da come trovate le risposte alle mie domande velocemente e professionalmente. Nel settore dell'analisi strutturale, uso diversi software compresi di contratti di servizio, ma la vostra assistenza è di gran lunga la migliore.”