Knowledge Base

Cerca

Show Filter Hide Filter





Perché Dlubal Software?

solutions

  • Più di 45.000 utenti in 95 Paesi
  • Un solo software per tutti settori
  • Supporto gratuito fornito da ingegneri esperti
  • Intuitivo e facile da imparare
  • Eccellente rapporto qualità/prezzo
  • Sistema modulare flessibile ed estensibile in fuzione delle proprie necessità
  • Licenze singole o di rete
  • Software verificato dall'utilizzo in molti progetti noti

Simulazione del vento e Generazione carico da vento

Con il programma stand-alone RWIND Simulation, i flussi di vento attorno a strutture semplici o complesse, possono essere simulate mediante una galleria del vento digitale.

I carichi del vento generato che agiscono su questi oggetti possono essere importati in RFEM o RSTAB.

Newsletter

Ricevi regolarmente informazioni riguardo notizie, consigli utili, eventi, offerte speciali e buoni.

  1. Carico da neve su sistemi solari termici e fotovoltaici elevati

    Carico da neve su sistemi solari termici e fotovoltaici elevati su tetti con inclinazione fino a 10 °

    Nella norma precedente, non c'erano regolamenti per la distribuzione di carichi da neve per elevati sistemi solari termici e fotovoltaici sui tetti. È stato consigliato di distribuire i carichi solo in termini di ingegneria. Solo con l'Allegato nazionale DIN EN 1991-1-3/NA: 2019-04 sono state prese disposizioni concrete per questo.

  2. Sistema e carico

    Progettazione dell'introduzione del carico locale secondo EN 1993-1-3

    La progettazione di prodotti in acciaio laminati a freddo è regolata dalla EN 1993-1-3. Le forme tipiche delle sezioni trasversali formate a freddo sono le sezioni U, C, Z, Hut o Sigma. Sono prodotti in lamiera a pareti sottili con metodi di profilatura o bordatura. Quando si progettano gli stati limite ultimo, è anche necessario assicurarsi che l'applicazione del carico locale non comporti la compressione, lo storpio del nastro o l'instabilità locale nel nastro delle sezioni trasversali. Questi effetti possono essere causati dall'applicazione del carico locale attraverso la flangia nel nastro e dalle forze di supporto nei punti supportati. La sezione 6.1.7 della EN 1993-1-3 specifica in dettaglio come determinare la resistenza del nastro Rw, Rd in applicazione del carico locale.

  3. Verifica del modello con unione nodale

    Funzione "Unisci nodi": Logica e caso d'uso

    In RFEM e RSTAB, ci sono molte interfacce disponibili che possono semplificare la modellazione della struttura. Da un foglio DXF impostato in background all'importazione di oggetti IFC che possono essere convertiti in aste o superfici, all'importazione dell'intero sistema strutturale da Revit o Tekla. Indipendentemente dalle prestazioni dell'interfaccia selezionata, l'ulteriore usabilità dipende anche dall'accuratezza dei dati importati.

  4. Proprietà della sezione efficace

    Progettazione di una sezione a C a pareti sottili, piegata a freddo secondo EN 1993-1-3

    Utilizzare l'estensione del modulo Sezioni a freddo RF-/STEEL per eseguire i progetti di stato limite finale delle sezioni formate a freddo secondo EN 1993-1-3 e EN 1993-1-5. Oltre alle sezioni trasversali formate a freddo dal database delle sezioni trasversali, è anche possibile progettare sezioni trasversali generali da SHAPE-THIN.

  5. Inclinazione di una trave a campata singola

    Instabilità laterale torsionale nella costruzione in legno: Teoria

    Le travi di curvatura sottili con un grande rapporto h/b e caricate parallelamente all'asse minore tendono ad avere problemi di stabilità. Ciò è dovuto alla flessione della corda di compressione.

  6. Sistema

    Analisi di stabilità di una colonna in forza normale e flessione

    Di seguito, una colonna a pendolo con una forza assiale ad azione centrale e un carico di linea che agisce sull'asse forte sarà determinata mediante il modulo aggiuntivo RF-/STEEL EC3 secondo EN 1993-1-1.

  7. Simulazione di un pannello di irrigidimento in RSTAB

    La modellazione di componenti strutturali planari come i pannelli di vetro è generalmente possibile solo in RFEM. Se è necessario definire l'effetto di irrigidimento di un riquadro in un caso particolare, è possibile simulare anche in RSTAB.

  8. Diagramma dei componenti per il calcolo della distanza

    Selezione di nodi lungo una linea tramite l'interfaccia COM

    Se si leggono i risultati di una superficie tramite l'interfaccia COM, si ottiene un campo unidimensionale con tutti i risultati nei nodi FE o nei punti della griglia. Per ottenere i risultati sul bordo di una superficie o lungo una linea all'interno delle superfici, è necessario filtrare i risultati nell'area della linea. Il seguente articolo descrive una funzione per questo passaggio.

  9. Modello edificio

    Opzioni per considerare effetti torsionali accidentali secondo EN 1998-1

    Per considerare le inesattezze relative alla posizione delle masse in l'analisi dello spettro di risposta, la norma EN 1998-1 specifica le regole che devono essere applicate sia nell'analisi dello spettro di risposta semplificata che multimodale Queste regole descrivono la seguente procedura generale: la massa dell'impalcato deve essere spostata da una certa eccentricità, che quello risulta in un momento torsionale.

  10. Scenario di fuoco naturale

    Progetto al fuoco con curva parametrica temperatura-tempo secondo DIN EN 1991-1-2

    Con RF-/STEEL EC3, è possibile applicare le curve di temperatura-tempo nominali sia in RFEM che in RSTAB. Sono implementate la curva tempo-temperatura standard (ETK), la curva di fuoco esterno e la curva di fuoco degli idrocarburi. Inoltre, il programma offre la possibilità di specificare direttamente la temperatura finale dell'acciaio.

1 - 10 di 407

Contattaci

Contattaci

Hai domande o bisogno di consigli?
Contattaci gratuitamente tramite e-mail, chat o il nostro forum di supporto o trova varie soluzioni e consigli utili nella nostra pagina delle FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Assistenza clienti 24/7

Oltre al nostro supporto tecnico (ad es. tramite chat), sul nostro sito internet troverai risorse che potrebbero esserti d'aiuto nella progettazione con Dlubal Software.

Primi passi

Primi passi

Offriamo suggerimenti e consigli utili per aiutarti a familiarizzare con i programmi principali RFEM e RSTAB.

Software potente ed efficace

“ A mio avviso, il software è così potente e versatile che gli utenti apprezzano le prestazioni dopo aver appreso correttamente il programma.