Modulo aggiuntivo RF-/STEEL EC3 per RFEM/RSTAB

Video dei prodotti: come opera Dlubal Software per il calcolo delle strutture in acciaio

Newsletter

Iscriviti per scoprire le novità, ricevere informazioni e consigli utili.

Il software più adatto ad effettuare analisi secondo gli Eurocodici

“Abbiamo deciso di lavorare con RFEM di Dlubal Software per il calcolo delle nostre strutture tridimensionali in acciaio dopo l'analisi di altre proposte di software presenti sul mercato. È risultato essere il software più adatto ad effettuare analisi secondo gli Eurocodici. Con la sua interfaccia chiara ed intuitiva, i dati ed i risultati possono essere inseriti in modo visibile e modificabile, il che riduce al minimo l'effetto "black box".

Il supporto tecnico molto paziente, competente e veloce ha contribuito alla scelta di RFEM come programma di calcolo. I tutorial, il blog ed i manuali utente molto dettagliati consentono un'apprendimento da autodidatta ed una formazione iniziale completa e successivamente la scoperta continua di nuove funzioni. Un ulteriore aspetto positivo è la struttura modulare che consente di allargare l'offerta basata sullo stesso programma principale senza particolari problemi di apprendimento. E se domani decidessimo di concentrarci maggiormente su strutture in legno, alluminio o vetro, l'uso dei nuovi moduli aggiuntivi non sarà un elemento di blocco per noi.”

Progettazione di aste e set di aste di acciaio secondo EC 3

RF-/STEEL EC3 esegue tutti i comuni progetti allo stato limite ultimo, le analisi di stabilità e degli spostamenti generalizzati e il progetto della protezione al fuoco per l'acciaio strutturale secondo le seguenti normative:

  •  EN 1993-1-1:2005 + AC:2009,
  •  EN 1993-1-2:2006 + AC:2005 (resistenza a fuoco),
  •  EN 1993-1-4:2006 (acciaio inossidabile),
  •  EN 1993-1-5:2006.

  1. Caratteristiche

    • Importazione dei materiali, delle sezioni trasversali e delle forze interne da RFEM/RSTAB
    • Progetto di tutte le sezioni trasversali in acciaio a pareti sottili
    • Classificazione automatica delle sezioni trasversali secondo le normative EN 1993‑1‑1:2005 + AC:2009, sezione 5.5.2, e EN 1993‑1‑5:2006, sezione 4.4 (classe 4) con opzione di determinazione delle larghezze efficaci secondo l'appendice E per le tensioni sotto fy
    • Integrazione dei parametri degli appendici nazionali per i seguenti paesi:
      •  UNI EN 1993-1-1/NA:2008 (Italia)
      • United Kingdom NA to BS EN 1993-1-1/NA:2008-12 (Regno Unito)
      •  ÖNORM 1993-1-1:2007-02 (Austria)
      • Belgium NBN EN 1993-1-1/NB:2010-12 (Belgio)
      • Bulgaria BLG EN 1993-1-1/NA:2008 (Bulgaria)
      • Cyprus NA to CYS EN 1993-1-1/NA:2009-03 (Cipro)
      •  DS/EN 1993-1-1 DK NA:2015 (Danimarca)
      •  SFS-EN 1993-1-1:2005 (Finlandia)
      •  NF EN 1993-1-1/NA:2007-05 (Francia)
      •  DIN EN 1993-1-1/NA:2015-08 (Germania)
      •  LST EN 1993-1-1/NA:2009-04 (Lituania)
      •  MS EN 1993-1-1:2010 (Malaysia)
      •  NE EN 1993-1-1/NA:2008-02 (Norvegia)
      •  NEN EN 1993-1-1/NA:2011-12 (Paesi Bassi)
      •  PN-EN 1993-1-1:2006-06 (Polonia)
      •  NP EN 1993-1-1/NA:2010-03 (Portogallo)
      •  CSN EN 1993-1-1/NA.ed: 2007-05 (Repubblica Ceca)
      •  SR EN 1993-1-1:2006/NA:2008-04 (Romania)
      •  SS EN 1993-1-1/NA:2010 (Singapore)
      •  STN EN 1993-1-1/NA:2007-12 (Slovacchia)
      •  SIST EN 1993-1-1/NA:2006-03 (Slovenia)
      •  AN/UNE-EN 1993-1-1:2013-02 (Spagna)
      •  SS-EN 1993-1-1/NA:2011-04 (Svezia)

    Oltre a quelli elencati, è possibile definire ulteriori appendici nazionali personalizzati, applicando valori limiti e parametri definiti dall'utente.

    • Calcolo automatico di tutti i coefficienti necessari per il valore di progetto della resistenza alla stabilità laterale Nb,Rd
    • Determinazione automatica del momento ideale elastico critico Mcr per ogni asta o set di aste in ogni posizione x secondo il metodo agli autovalori o confrontando i diagrammi dei momenti. È necessario definire solo i vincoli intermedi laterali.
    • Progetto di aste rastremate, sezioni asimmetriche o set di aste secondo il metodo generale descritto nella normativa EN 1993-1-1, sezione 6.3.4
    • Applicazione della curva di instabilità flesso-torsionale europea secondo Naumes, Strohmann, Ungermann, Sedlacek (Stahlbau 77 (2008), pagina 748‑761) con il metodo generale secondo la sezione 6.3.4
    • Progetto opzionale per verifica a flessione biassiale secondo il metodo esteso di Naumes/Feldmann/Sedlacek
    • Considerazione dei vincoli rotazionali (ad esempio per arcarecci e lamiere trapezoidali)
    • Possibile considerazione di pareti di taglio (per esempio per lamiere trapezoidali e controventi)
    • Progetto allo SLU: opzione di selezione tra situazioni di progetto fondamentali o eccezionali per ogni caso di carico, combinazione di carico o di risultato
    • Progetto allo SLE: opzione di selezione tra situazioni di progetto caratteristiche, frequenti o quasi permanenti per ogni caso di carico, combinazione di carico o di risultato
    • Analisi a trazione con aree definibili delle sezioni trasversali nette per inizio e fine asta
    • Possibile calcolo delle molle di ingobbamento per vincoli esterni dei nodi dei set di aste
    • Grafico dei rapporti di progetto delle sezioni trasversali e del modello di RFEM/RSTAB
    • Determinazioni delle forze interne determinanti
    • Opzioni di filtro per la visualizzazione grafica dei risultati in RFEM/RSTAB
    • Visualizzazione grafica dei rapporti di progetto in modalità rendering
    • Scale di colore nelle tabelle dei risultati
    • Modalità vista per la modifica della vista nella finestra di lavoro
    • Ottimizzazione automatica delle sezioni trasversali
    • Trasferimento delle sezioni trasversali ottimizzate in RFEM/RSTAB
    • Lista delle parti e determinazione delle masse
    • Esportazione diretta dei dati in MS Excel o OpenOffice.org Calc
    • Relazione di calcolo strutturata per ingegneri di controllo
    • Possibilità di inserimento della curva della temperatura nella relazione di calcolo
  2. 2-de

    Input

    Le sezioni trasversali definite in RFEM/RSTAB sono importati automaticamente da RF-/STEEL EC3. È possibile progettare qualsiasi tipo di sezione trasversale a pareti sottili. Il programma, nel rispetto della normativa, deciderà qual'è il metodo di progetto più efficiente.

    Il progetto allo stato limite ultimo tiene conto di più carichi ed è possibile selezionare formule di interazione disponibili nella normativa.

    In accordo con l'Eurocodice 3, il programma divide le sezioni trasversali da progettare in quattro classi. In questo modo, il modulo può determinare il limite della capacità di progetto e della capacità rotazionale dovuta all'instabilità locale per le componenti delle sezioni trasversali. Inoltre, RF-/STEEL EC3 determina il rapporto (c/t) degli elementi della sezione trasversale soggetti a compressione e classifica automaticamente le sezioni trasversali.

    Per le analisi di stabilità è possibile decidere, per ogni asta o set di aste, se l'instabilità laterale insorge in direzione y e/o z. Inoltre, è possibile definire vincoli laterali aggiuntivi. RF/-STEEL EC3 determina la snellezza e il carico critico elastico automaticamente in funzione delle condizioni al contorno. Per il progetto all'instabilità flesso-torsionale è possibile scegliere se lasciare al programma la definizione automatica del momento ideale critico elastico o definirlo manualmente. Impostazioni più dettagliate consentono di tenere conto anche del punto di applicazione dei carichi trasversali che influenzano la resistenza torsionale. In più si possono prendere in considerazione dei vincoli rotazionali (ad esempio per arcarecci e per lamiere trapezoidali).

    Nelle costruzioni moderne, che utilizzano elementi sempre più snelli, lo stato limite di esercizio rappresenta un fattore importante per il calcolo strutturale. Il modulo RF‑STEEL EC3 è capace di assegnare individualmente casi di carico, carichi e risultati di combinazioni di carico a differenti situazioni di progetto. I valori limite corrispondenti sono predefiniti negli appendici nazionali ma possono essere modificati in qualsiasi momento. Il modulo consente di definire e considerare nella progettazione le lunghezze di riferimento e le controfrecce.

  3. Calcolo

    Progetto

    Nella progettazione delle sollecitazioni di trazione, di compressione, di flessione e di taglio, il modulo confronta i valori di progetto della massima capacità di carico con i valori di progetto delle azioni.

    Nel caso in cui i componenti siano soggetti a compressione e flessione, il programma RF-/STEEL EC3 esegue procedimenti iterativi. A seconda della formula di iterazione, è possibile decidere se determinare i coefficienti utilizzando il primo metodo (appendice A) o il secondo metodo (appendice B).

    Per il progetto all'instabilità laterale, tuttavia, non è necessario inserire né la snellezza né il carico critico elastico del caso di instabilità determinante. Il modulo calcola automaticamente tutti i coefficienti necessari per il valore di progetto del carico flettente. Il momento ideale critico elastico è determinato direttamente dal programma, per ogni posizione x della sezione trasversale di ogni asta. È solo necessario specificare in una delle finestre di input i vincoli laterali intermedi per le singole aste o set di aste.

    Se le aste vengono selezionate per il progetto della protezione al fuoco, in una ulteriore finestra di input è possibile definire parametri addizionali quali il tipo di rivestimento, il tempo necessario di resistenza al fuoco, la curva di temperatura ed ulteriori coefficienti. La relazione di calcolo contiene tutti i risultati intermedi e la verifica finale del progetto della protezione al fuoco.

  4. Rapporto grafico di progetto

    Risultati

    I risultati sono visualizzati in finestre di output di facile consultazione, ordinate per casi di carico, sezioni trasversali, aste, set di aste e posizione x. Per ottenere informazioni dettagliate basta selezionare la riga corrispondente della tabella.

    Le finestre dei risultati contengono tutte le proprietà dei materiali e delle sezioni trasversali, le forze interne e i coefficienti di progetto. Inoltre, è possibile visualizzare la distribuzione delle forze interne per ogni posizione x in una finestra grafica separata.

    RF-/STEEL EC3 completa l'output con la visualizzazione della lista dei componenti per aste o set di aste per ogni tipo di sezione trasversale. È possibile stampare i dati di input e i risultati nella relazione di calcolo generale di RFEM/RSTAB.

    Al fine di utilizzare i risultati in altri programmi, è possibile esportare tutte le tabelle in MS Excel o OpenOffice.org Calc.

Contattaci

Contatti Dlubal

Domande sui nostri prodotti? Hai bisogno di consigli per il tuo progetto?
Contattaci o trova soluzioni e consigli utili nella nostra pagina FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Progetti clienti

customer-projects-de

Interessanti progetti dei nostri clienti realizzati con i programmi di analisi strutturale Dlubal Software.

PREZZO per RFEM (netto)

  • RF-STEEL EC3 5.xx

    1.480,00 USD

  • Licenza addizionale

    666,00 USD

PREZZO per RSTAB (netto)

  • STEEL EC3 8.xx

    1.480,00 USD

  • Licenza addizionale

    666,00 USD