Software agli elementi finiti RFEM 6 | Nuove caratteristiche

Software di analisi e ingegneria strutturale

Il programma agli elementi finiti RFEM consente una modellazione rapida e semplice, analisi statica e dinamica, nonché la progettazione di modelli con aste, piastre, lastre, gusci e solidi.

Grazie al concetto di software modulare, è possibile collegare il programma principale RFEM con i moduli aggiuntivi corrispondenti per soddisfare le proprie esigenze individuali.

  • Programma FEM RFEM 6

Nuove caratteristiche e strumenti per un lavoro efficace

Software davvero eccezionale

“Colgo l'occasione per ringraziare te e il tuo team per un software davvero eccezionale. Dopo tanti anni di utilizzo del tuo software, vediamo ancora ogni giorno cosa è in grado di fare il tuo prodotto e l'applicazione ci piace!

Non vediamo l'ora di trascorrere altri anni insieme!”

In RFEM 6, sono state implementate numerose nuove caratteristiche, che rendono il lavoro quotidiano con il programma agli elementi finiti più facile ed efficace. In questa pagina, presentiamo una selezione di nuove funzionalità.

1

Importazione del cantiere per la determinazione del carico

La posizione del cantiere può essere specificata su una mappa digitale. Oltre ai dati dell'indirizzo (incl. altitudine), vengono importate automaticamente la zona di carico da neve, la zona del vento e la zona sismica. Questi dati sono a loro volta utilizzati dalle creazioni guidate di carico.

Inoltre, viene visualizzata la mappa con il cantiere contrassegnato nella scheda "Parametri del modello".

2

Integrazione di tutti gli add-on

Tutti gli add-on sono integrati automaticamente nei programmi RFEM 6 o RSTAB 9. Ciò consente alle singole parti del programma di interagire (ad esempio, determinazione del momento ribaltante ideale di travi in legno utilizzando l'add-on "Torsione di ingobbamento (7 DOF)" o considerazione dei processi di form-finding sfalsati tramite l'add-on "Analisi per fasi costruttive (CSA)"), ecc.).

3

Output delle formule di verifica

Per le verifiche in strutture in cemento armato, acciaio, legno, alluminio e così via, le formule di verifica utilizzate sono visualizzate in dettaglio (incluso un riferimento all'equazione utilizzata dalla norma). Queste formule di progetto possono anche essere incluse nella relazione di calcolo.

4

Rappresentanti di aste e di set di aste

Per le aste e i set di aste con proprietà identiche, è possibile definire i rappresentanti per l'organizzazione del modello, la verifica e la documentazione.

I risultati dei rappresentanti possono essere visualizzati nelle tabelle dei risultati.

5

Tensioni unitarie delle sezioni

Per le sezioni dell'asta, è possibile visualizzare le tensioni unitarie (riferite a N = 1 kN, My = 1 kNm, ecc.) Per poter stimare la loro resistenza.

6

Superficie di trasferimento del carico

Una superficie con il tipo di rigidezza "Trasferimento del carico" non ha alcun effetto strutturale. Può essere utilizzata per considerare i carichi da superfici che non sono state modellate (ad esempio strutture di facciate, superfici in vetro, sezioni trapezoidali del tetto, ecc.).

7

Contatto tra superfici

Il contatto della superficie serve a descrivere una proprietà di contatto tra due o più superfici che sono distanti l'una dall'altra. Non è più necessario creare un solido di contatto tra le superfici.

8

Link rigido

È possibile definire facilmente link rigidi tra due linee o tra bordi di superfici.


9

Casi di imperfezione

I casi di imperfezione sono usati per gestire le imperfezioni. I casi consentono una descrizione di imperfezioni da imperfezioni locali, carichi equivalenti, inclinazione iniziale tramite tabella (nuova), una deformazione statica, un modo di instabilità, un modon proprio dinamico o una combinazione di tutti questi tipi (nuovo).

10

Situazioni di progetto

Le situazioni di progetto servono a raccogliere le situazioni di carico rilevanti per il progetto. Ad esempio, è possibile definire una situazione di progetto per il progetto di materiali diversi.

11

Estensione delle procedure guidate per carichi da neve e da vento

Le seguenti funzioni sono state aggiunte alle procedure guidate per i carichi da neve e vento:

  • Caricamento di modelli ibridi costituiti da aste e superfici (solo RFEM)
  • Collegamento al Geo-Zone Tool (secondo la definizione globale del cantiere)
  • Disattivazione dei lati della superficie
12

Sistema di licenze online moderno

Il moderno sistema di licenze online le licenze di RFEM, RSTAB, ecc. possono essere distribuite in tutto il mondo e assegnate ai rispettivi utenti tramite l'account Dlubal.


13

Gestore script

Il gestore di script può essere utilizzato per controllare tutti gli elementi di input utilizzando JavaScript tramite la console o gli script salvati.

14

Relazione di calcolo migliorata

La relazione di calcolo è stata sostanzialmente rielaborata. Tra le altre cose, è stato ottimizzato quanto segue:

  • Creazione rapida grazie all'ambiente della relazione di calcolo non modale (è possibile il lavoro parallelo nel programma e nella relazione)
  • Modifica interattiva dei capitoli e creazione di nuovi capitoli definiti dall'utente
  • Importazione di PDF, formule, grafici 3D, ecc.
  • Output delle formule di verifica utilizzate nel progetto (incluso un riferimento all'equazione utilizzata dalla norma)
  • Progettazione moderna della relazione di calcolo
15

Calcolo più veloce

Per i modelli in cui è necessario calcolare un gran numero di combinazioni di carico, diversi risolutori (uno per core) vengono avviati in parallelo. Ogni risolutore calcola quindi una combinazione di carico. Ciò porta ad un migliore utilizzo dei core e, quindi, a calcoli più rapidi.

16

Finestra del diagramma dei risultati migliorata

Queste caratteristiche sono state aggiunte alla finestra del diagramma dei risultati:

  • Lavoro parallelo nella finestra del diagramma dei risultati e nel modello
  • Visualizzazione sovrapposta opzionale dei risultati (ad esempio, più componenti simili in un'unica immagine)

17

Servizio web e API

La nuova tecnologia API Web Services consente di creare le proprie applicazioni desktop o basate sul web controllando tutti gli oggetti inclusi in RFEM / RSTAB. Fornendo librerie e funzioni, è possibile sviluppare i propri controlli di progetto, una modellazione efficace di strutture parametriche, nonché processi di ottimizzazione e automazione utilizzando i linguaggi di programmazione Python e C#.

18

Estensione dell'interfaccia IFC per un processo Open BIM migliorato

Oltre all'importazione di IFC 2x3 (Vista di coordinamento e Vista di analisi strutturale), è ora supportata l'importazione e l'esportazione di IFC 4 (Vista di riferimento e Vista di analisi strutturale).

19

Simulazione del vento (ambiente RFEM o RSTAB)

Le seguenti caratteristiche sono state aggiunte a RFEM e RSTAB per determinare i carichi del vento utilizzando RWIND:

  • Procedura guidata di carico per la generazione di casi di carico del vento con diversi campi di flusso nelle diverse direzioni del vento
  • Casi di carico del vento con impostazioni di analisi liberamente assegnabili, inclusa una specifica definita dall'utente delle dimensioni della galleria del vento e del profilo del vento
  • Visualizzazione della galleria del vento con il profilo del vento in ingresso e il profilo dell'intensità della turbolenza del vento in ingresso
  • Visualizzazione e utilizzo dei risultati della simulazione RWIND
  • Definizione globale di un terreno (piani orizzontali, piano inclinato, tabella)
20

Nuovi tipi di modello

I seguenti nuovi tipi di modello sono stati aggiunti in RFEM 6:

  • 2D | XZ | 3D
  • 2D | XY | 3D
  • 1D | X | 3D

Questi tipi di modello consentono la modellazione in un ambiente 1D o 2D (con la rotazione opzionale della sezione trasversale in tutte le direzioni), ma un'applicazione di carico tridimensionale e le forze interne risultanti 3D.



21

Definizione di tasti di scelta rapida

È possibile assegnare tasti di scelta rapida a una varietà di comandi. In questo modo, i comandi utilizzati di frequente possono essere eseguiti rapidamente e facilmente con la combinazione di tasti precedentemente assegnata.

A proposito, questo funziona anche per il mouse del tuo computer. Se questo ha altri tasti oltre al tasto sinistro, destro e centrale, è possibile assegnare loro un'abbreviazione.

22

Assegnazione di carichi a un nuovo caso di carico

Per i carichi delle aste, carichi delle superfici e così via, è possibile spostare retroattivamente i carichi in un altro caso di carico.
23

Carichi di massa

Il tipo carichi di massa è stato aggiunto al catalogo dei carichi.
24

Carichi delle aperture

Ora è possibile definire i carichi di apertura (ad esempio, carichi del vento) per carichi piatti sulle aperture.
25

Box di ritaglio

Oltre al piano di ritaglio, è possibile definire un riquadro di ritaglio per nascondere gli oggetti irrilevanti attorno a un punto focale.
26

Newton-Raphson per calcoli secondo l'analisi del secondo ordine

Sono stati aggiunti due algoritmi di soluzione aggiuntivi per i calcoli secondo l'analisi del secondo ordine:
  • Newton-Raphson
  • Newton-Raphson con analisi post-critica
27

Estensione della specifica degli infittimenti delle mesh dei nodi

Le opzioni per la disposizione della lunghezza EF sono state aggiunte alla definizione di infittimenti delle mesh dei nodi:
  • Radiale
  • Gradualmente
  • Combinato
28

Specifica dei tipi di elementi

L'immissione è semplificata specificando i tipi di elementi per aste, superfici, solidi, ecc. (Ad esempio, non linearità delle aste, rigidezze delle aste, vincoli di progetto e molti altri).

29

Dlubal Center

Tra le altre cose, Dlubal Center gestisce i progetti e i file modello in una posizione centrale. Informazioni dettagliate e grafici facilitano l'assegnazione di tutti i modelli per una rapida elaborazione degli ordini. Inoltre, i dati dei clienti, compresi i programmi licenziati e i moduli aggiuntivi, ecc. sono organizzati nel Dlubal Center.

30

Gestione globale di tutti gli add-on

Tutti gli add-on sono integrati direttamente nel programma e, come le norme di progettazione per i rispettivi materiali, sono gestiti centralmente.

31

Parametri globali del modello

È possibile definire qualsiasi parametro globale del modello. Possono essere utilizzati anche nella documentazione.

32

Navigatore dati strutturato

Il Navigatore dati è chiaramente strutturato e contiene tipi assegnabili per gli oggetti, inclusa una funzione di collegamento ipertestuale per saltare rapidamente agli elementi assegnati di un oggetto.
33

Nuove opzioni per gli spessori variabili delle superfici

Sono disponibili tre nuove opzioni per definire gli spessori variabili delle superfici:

  • 2 Nodi e direzione
  • 4 angoli della superficie
  • Cerchio
34

Statistiche per sezioni

Per tutte le sezioni trasversali utilizzate, vengono visualizzate informazioni statistiche come lunghezza totale, volume totale, peso totale e così via.

35

Nuovi tipi di distribuzione di sezioni dell'asta

Sono disponibili sette nuovi tipi di distribuzione della sezione trasversale per le aste (inclusa la funzione di disposizione per l'allineamento a un bordo diritto):

  • Rastremata su entrambi i lati
  • Rastremata a inizio asta
  • Rastremata a fine asta
  • Sella
  • Offset su entrambi i lati
  • Offset a inizio asta
  • Offset a fine asta
36

Libreria delle sezioni trasversali con ricerca di testo breve

Una breve ricerca di testo è stata aggiunta alla libreria delle sezioni trasversali al fine di trovare una sezione trasversale desiderata o una serie di sezioni trasversali ancora più rapidamente.

37

Set di linee, superfici e solidi

Oltre ai set di aste, è anche possibile combinare linee, superfici e solidi in set, ad esempio, per considerarli come elementi uniformi nel progetto.

38

Nuovo oggetto spessore

È stato aggiunto un oggetto spessore per descrivere gli spessori delle superfici. Può essere utilizzato per diverse superfici. Se lo spessore di questo oggetto viene modificato, tutti gli spessori di superficie assegnati vengono regolati di conseguenza in un solo passaggio.
39

Rotazione dell'asta in direzione dell'asse della superficie locale

La rotazione di un'asta può ora essere definita nella direzione degli assi della superficie locale dell'asta, per esempio, una superficie inclinata nello spazio.
40

Oggetto di modifica della struttura

Con il nuovo oggetto di modifica della struttura, è possibile modificare o disattivare le rigidezze, le non linearità e gli oggetti in modo chiaro e in base al caso di carico.
41

Eccentricità della superficie con orientamento relativo rispetto a un altro elemento

Ora è possibile definire l'eccentricità della superficie rispetto al bordo di un altro elemento (un'asta o una superficie).
42

Tipi aggiuntivi per la modifica della rigidezza della superficie

Per modificare le rigidezze delle superfici, sono ora disponibili due nuovi tipi:
  • Coefficiente moltiplicativo della rigidezza totale
  • Coefficienti moltiplicativi delle rigidezze parziali, pesi e masse
43

Combinazioni di risultati utilizzando i termini tra parentesi

Quando si creano combinazioni di risultati, è ora possibile utilizzare anche termini tra parentesi.
44

Parametri di calcolo globali individuali per casi di carico e combinazioni di carico

I casi di carico e le combinazioni di carico possono ora essere forniti con parametri di calcolo globali individuali utilizzando la nuova impostazione di analisi strutturale.
45

Procedura guidata di combinazione basata sulla generazione automatica o semiautomatica secondo le norme

I nuovi wizard di combinazione riempiono le situazioni di progetto con combinazioni di carico o di risultati sulla base di una generazione automatica o semiautomatica conforme alle norme.
46

Creazione guidata di carichi migliorata

Sono disponibili nuove funzioni per bloccare nuove aste, smussare i carichi concentrati e considerare le eccentricità e la distribuzione della sezione trasversale che sono state aggiunte alla procedura guidata per i carichi.
47

Determinazione dei carichi delle aste dai carichi delle superfici specificando celle e superfici

Nella procedura guidata dei carichi, è ora possibile determinare i carichi delle aste dai carichi delle superfici specificando le superfici (utilizzando i nodi degli angoli) e le celle in una definizione.
48

Eccentricità dei carichi dei nodi e delle aste

Ora è possibile considerare le eccentricità per i carichi dei nodi e delle aste.
49

Opzioni di carico per set di aste, set di linee, set di superfici e set di solidi

Con l'introduzione di set di linee, set di superfici e set di solidi, sono state aggiunte anche nuove opzioni di carico per il caricamento di questi set.
50

Organizzazione globale dei sistemi di coordinate definiti dall'utente

I sistemi di coordinate definiti dall'utente per scopi di input e analisi sono ora organizzati globalmente sotto gli oggetti guida.
51

Organizzazione di diversi snap ad oggetto

Ora è possibile definire diversi snap ad oggetto per diversi compiti operativi.
52

Selezione oggetto come nuovo oggetto ausiliario

Il nuovo oggetto ausiliario "Selezione oggetto" consente il filtraggio generico di:
  • Oggetti di base
  • Tipi per nodi
  • Tipi per linee
  • Tipi per superfici
  • Creazione guidata di carichi
  • Carichi
  • Oggetti ausiliari
La selezione degli oggetti offre molte possibilità di applicazione interattiva in varie posizioni del programma.
53

Descrizione di riferimento tabellare per le linee di quota

Le descrizioni di riferimento delle linee di quota incrementali sono ora fornite in forma tabellare per una migliore vista d'insieme.
54

Implementazione del formato SAF

Ora è supportato anche un nuovo formato di file per la progettazione strutturale, il formato SAF (Structural Analysis Format). Sia l'importazione che l'esportazione sono possibili in RFEM 6 e RSTAB 9. SAF è un formato di file basato su MS Excel, che ha lo scopo di facilitare lo scambio di modelli di analisi strutturale tra diverse applicazioni software.

55

Visualizza cubo

Il nuovo ViewCube nel grafico fornisce una selezione intuitiva della corretta proiezione del modello.
56

Impostazioni unità tabellari

Ora è possibile modificare determinate unità nella forma di un'interfaccia utente tabellare.
57

Nuovi formati di file per l'esportazione

È possibile esportare modelli RFEM e RSTAB in XML, SAF e VTK (risultati da RWIND).
58

Nuova specifica dell'asse locale per le aste

È stata aggiunta una nuova specificazione dell'asse locale (dalla y verso l'alto) per l'area anglo -americana.
59

Nuova opzione di stampa grafica con anteprima immagine

La nuova finestra di dialogo Stampa grafica ora include:
  • Una funzione di stampa unione controllata dalla libreria per tutta la grafica del programma
  • Una selezione dell'area di stampa definita dall'utente
  • Una funzione 3D per le successive funzionalità 3D nel PDF finale
  • Una divisione automatica dell'immagine per le stampe in scala e una funzione per la visualizzazione di un'immagine panoramica
60

Creazione di elenchi di parti

Ora è possibile creare elenchi delle parti basati sui materiali e sulle sezioni trasversali.
61

Utilizzo di file di registro

La nuova generazione di programmi RFEM 6 e RSTAB 9 consente l'invio di file di registro alla nostra azienda tramite la registrazione online. Questo ci consente di analizzare e migliorare al meglio i nostri programmi per le tue applicazioni. Per impostazione predefinita, questa impostazione è attivata nelle opzioni del programma. Puoi disattivare il tuo consenso nei programmi in qualsiasi momento.

62

Casella di riepilogo per una struttura di tabelle interattiva organizzata

Le tabelle sono ora ordinate in due caselle di riepilogo, il che consente di navigare facilmente nelle varie tabelle di input e dei risultati.
63

Gestore della tabella dei risultati

Per poter visualizzare meglio i risultati, le colonne e le righe visualizzate possono essere ridotte con il nuovo gestore delle tabelle dei risultati.
64

Controllo del tipo di materiale

Il tipo di materiale di un materiale definisce chiaramente le proprietà rilevanti per il progetto.
65

Determinazione delle parti di superficie indipendenti per le intersezioni

Quando si creano intersezioni di superfici, ora vengono creati componenti di superficie indipendenti invece di componenti di superficie.
66

Panoramica migliorata nella libreria dei materiali

Le serie di materiali sono ora elencate nella libreria dei materiali. È anche possibile trovare il materiale desiderato nella libreria direttamente tramite una ricerca a testo libero.

I suoi vantaggi

RFEM

  • Modellazione veloce attraverso una sofisticata tecnologia di input
  • Un programma per tutti i tipi di strutture, dalle travi a campata singola, alle complesse strutture a guscio 3D o ai solidi NURBS
  • Calcolo veloce grazie all'uso della tecnologia multiprocessore
  • Supporto di norme nazionali e internazionali
  • Relazione di calcolo dall'aspetto professionale e veloce da costruire
  • Generazione automatica dei carichi del vento tramite la simulazione del vento CFD integrata (necessario RWIND)
  • API tramite servizio web
  • Programma riconosciuto a livello mondiale con oltre 100.000 utenti
  • Assistenza clienti professionale da oltre 20 ingegneri dell'assistenza

Prezzo

Prezzo
4.450,00 EUR

I prezzi si applicano all'uso del software in tutti i paesi.

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Base

Corsi di formazione online 7. ottobre 2022 9:00 - 13:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione alla verifica delle aste

Corsi di formazione online 12. ottobre 2022 16:00 - 19:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RSECTION | Studenti | Introduzione alla teoria della resistenza

Corsi di formazione online 19. ottobre 2022 16:00 - 17:30 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione a FEM

Corsi di formazione online 27. ottobre 2022 16:00 - 19:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione alla verifica acciaio

Corsi di formazione online 10. novembre 2022 16:00 - 17:00 CET

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione alla verifica del legno

Corsi di formazione online 25. novembre 2022 16:00 - 17:00 CET

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 per studenti | USA

Corsi di formazione online 8. giugno 2022 13:00 - 16:00 EDT

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione alle costruzioni in legno

Corsi di formazione online 25. maggio 2022 16:00 - 17:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione alla progettazione del calcestruzzo armato

Corsi di formazione online 19. maggio 2022 16:00 - 17:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione alla progettazione dell'acciaio

Corsi di formazione online 4. maggio 2022 16:00 - 17:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Base

Corsi di formazione online 29. aprile 2022 9:00 - 13:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione a FEA

Corsi di formazione online 27. aprile 2022 16:00 - 19:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RSECTION | Studenti | Introduzione alla resistenza dei materiali

Corsi di formazione online 21. aprile 2022 16:00 - 19:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Studenti | Introduzione alla progettazione dell'asta

Corsi di formazione online 14. aprile 2022 16:00 - 19:00 CEST

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Base

Corsi di formazione online 9. marzo 2022 12:00 - 16:00 EDT

Corso di formazione online | Inglese

RFEM 6 | Base

Corsi di formazione online 14. gennaio 2022 9:00 - 13:00 CET

RFEM 6 | Base

Corsi di formazione online 19. novembre 2021 9:00 - 13:00 CET