Knowledge Base

Cerca





Perché Dlubal Software?

solutions

  • Più di 45.000 utenti in 95 Paesi
  • Un solo software per tutti settori
  • Supporto gratuito fornito da ingegneri esperti
  • Intuitivo e facile da imparare
  • Eccellente rapporto qualità/prezzo
  • Sistema modulare flessibile ed estensibile in fuzione delle proprie necessità
  • Licenze singole o di rete
  • Software verificato dall'utilizzo in molti progetti noti

Newsletter

Ricevi regolarmente informazioni riguardo notizie, consigli utili, eventi, offerte speciali e buoni.

  1. Fase parametrizzata definita dall'utente

    Creazione di una fase definita dall'utente da utilizzare nei processi RF- / TOWER

    Il seguente articolo tecnico descrive la creazione di una piattaforma definita dall'utente da utilizzare su una torre a quattro lati nei moduli aggiuntivi RF-/TOWER. Innanzitutto, iniziare con un modello vuoto di tipo 3D e definire quattro nodi. La numerazione e la posizione di questi nodi sono molto importanti qui.

  2. Progetto di colonne in cemento armato secondo ACI 318-14 in RFEM

    Utilizzando le aste RF-CONCRETE, la progettazione della colonna in cemento è possibile secondo ACI 318-14. La progettazione accurata della cesoia di cemento armato e dell'armatura longitudinale è importante ai fini della sicurezza. Il seguente articolo confermerà il progetto dell'armatura in aste RF-CONCRETE usando le equazioni analitiche passo-passo secondo la norma ACI 318-14 includendo l'armatura longitudinale d'acciaio necessaria, l'area della sezione trasversale lorda e la dimensione / distanza del vincolo esterno.

  3. Valutazione della prima forma della modalità

    Determinazione dei carichi sismici in base ai vincoli del nodo caso per caso

    Quando si introducono e si trasferiscono carichi orizzontali come il vento o i carichi sismici, ci sono difficoltà crescenti nei modelli 3D. Per evitare tali problemi, alcune norme (ad esempio ASCE 7, NBC) richiedono la semplificazione del modello utilizzando i piani che distribuiscono i carichi orizzontali alle componenti strutturali portanti, ma non possono assorbire le flessioni stesse. "Diaframma").

  4. Esempio di calcolo

    Differenze nella determinazione delle forze interne delle travi emergenti

    Nei calcoli di controllo e nel confronto delle forze interne e dell'armatura risultante necessaria per le travi emergenti, a volte si verificano grandi differenze. Sebbene si applichino le stesse ipotesi di carico e lunghezze di campata, alcuni programmi o il calcolo manuale mostrano forze interne molto diverse rispetto al modello FEA. Le differenze si verificano già nel caso dell'asta centrica e senza considerare le forze interne dalle eventuali larghezze efficaci della soletta.

  5. Diagramma della curva temperatura-tempo secondo il modello di incendio naturale semplificato

    Verifica della resistenza al fuoco secondo EN 1993-1-2 (resistenza parametrica al fuoco)

    Con RF-/STEEL EC3, è possibile applicare le curve di temperatura-tempo nominali sia in RFEM che in RSTAB. Vengono implementate le norme per la curva temperatura-tempo (ETK), la curva di fuoco esterno e la curva di fuoco di idrocarburi. Inoltre, il programma offre la possibilità di specificare direttamente la temperatura finale dell'acciaio. Questa temperatura dell'acciaio può essere calcolata utilizzando la curva parametrica temperatura-tempo, come descritto nell'Allegato alla EN 1992-1-2. In questo articolo son spiegate le diverse esposizioni al fuoco.

  6. Carichi da neve equilibrati e sbilanciati per tetti curvi secondo ASCE 7-16

    La norma ASCE 7-16 richiede scenari di casi di carico da neve equilibrati e sbilanciati per il calcolo di una struttura. Mentre questo può essere più intuitivo per tetti piani o anche timpano / anca, la determinazione dei carichi da neve è sempre più difficile per i tetti ad arco a causa della geometria complessa. Tuttavia, con la guida di ASCE 7-16 sui calcoli del carico da neve per tetti curvi e gli strumenti di applicazione del carico efficienti di RFEM, è possibile considerare carichi da neve equilibrati e sbilanciati per una progettazione affidabile e sicura della struttura.

  7. Effetti P-Delta e progettazione sismica secondo ASCE 7-16 e NBC 2015

    Quando i carichi gravitazionali agiscono su una struttura, si verifica uno spostamento laterale. A sua volta, un momento di ribaltamento secondario è generato mentre il carico gravitazionale continua ad agire sugli elementi nella posizione spostata lateralmente. Questo effetto è anche noto come "P-Delta (Δ)." Sez. La sezione 12.9.1.6 della Norma ASCE 7-16 e NBC 2015 specifica quando effetti P-Delta devono essere considerati durante un'analisi dello spettro di risposta modale.

  8. Confronto tra l'analisi di stabilità di una colonna contenente le forze interne dalle combinazioni di carico con una combinazione di risultati di avvolgimento

    Questo esempio mostrerà cosa si dovrebbe considerare quando si esegue il progetto della colonna per la flessione e la compressione in relazione alle forze interne dalle combinazioni di carico e di risultati.

  9. Immagini del sistema e carico del vento dovute all'attrito

    Forza del vento dovuta all'attrito

    Il vento, che soffia parallelamente alle superfici di una struttura, può generare forze di attrito su queste superfici. Questo effetto è importante soprattutto per strutture molto grandi.

  10. Selezione del tipo di definizione per la modifica della rigidezza del calcestruzzo secondo ACI 318-14

    Modifica della rigidezza del calcestruzzo in RFEM secondo ACI 318-14 e CSA A23.3-14

    In conformità dei parr. 6.6.3.1.1 e 10.14.1.2 rispettivamente di ACI 318-14 e CSA A23.3-14, RFEM considera efficacemente la riduzione della rigidezza di aste e superfici in cemento armato per diversi tipi di elementi. I tipi di selezione disponibili includono pareti fessurate e non fessurate, piastre piane e solai, travi e pilastri. I fattori moltiplicatori disponibili all'interno del programma sono ricavati direttamente dalle tabelle 6.6.3.1.1 (a) e 10.14.1.2.

1 - 10 di 580

Contattaci

Contattaci

Hai domande o bisogno di consigli?
Contattaci gratuitamente tramite e-mail, chat o il nostro forum di supporto o trova varie soluzioni e consigli utili nella nostra pagina delle FAQ.

+39 051 9525 443

info@dlubal.it

Assistenza clienti 24/7

Oltre al nostro supporto tecnico (ad es. tramite chat), sul nostro sito internet troverai risorse che potrebbero esserti d'aiuto nella progettazione con Dlubal Software.

Primi passi

Primi passi

Offriamo suggerimenti e consigli utili per aiutarti a familiarizzare con i programmi principali RFEM e RSTAB.

Software potente ed efficace

“Credo che il software è così potente e capace che la gente apprezzerà sicuramente il suo potere dopo che ne avranno preso dimestichezza.”