L'effetto delle direzioni del vento sui risultati della simulazione del vento e della verifica strutturale

Articolo tecnico sul tema Analisi strutturale con Dlubal Software

  • Knowledge Base

Articolo tecnico

Questo articolo è stato tradotto da Google Traduttore

Visualizza il testo originale

La direzione del vento gioca un ruolo cruciale nel dare forma ai risultati delle simulazioni di fluidodinamica computazionale (CFD) e nella verifica strutturale di edifici e infrastrutture. È un fattore determinante per valutare come le forze del vento interagiscono con le strutture, influenzando la distribuzione delle pressioni del vento e, di conseguenza, le risposte strutturali. Comprendere l'impatto della direzione del vento è essenziale per lo sviluppo di progetti in grado di resistere a forze del vento variabili, garantendo la sicurezza e la durata delle strutture. Semplificata, la direzione del vento aiuta nella messa a punto delle simulazioni CFD e guida i principi di progettazione strutturale per prestazioni ottimali e per la resilienza contro gli effetti indotti dal vento.

1. Introduzione

La direzione del vento gioca un ruolo cruciale nelle simulazioni di fluidodinamica computazionale (CFD) e nella progettazione strutturale di edifici, ponti, veicoli e altri oggetti soggetti a forze aerodinamiche. Quando ingegneri e progettisti lavorano allo sviluppo di una struttura, la comprensione dell'influenza della direzione del vento è essenziale per garantire stabilità, sicurezza e prestazioni (Figura 1).

Nelle simulazioni CFD, la direzione del vento determina come l'aria scorre intorno a una struttura, influenzando la distribuzione della pressione, la resistenza aerodinamica, la portanza e altre forze aerodinamiche. Queste simulazioni consentono ai progettisti di prevedere come i cambiamenti nella direzione del vento possono portare a risposte variabili nella struttura, influenzando la sua progettazione per resistere a diverse condizioni del vento. Ad esempio, la forma di un edificio può essere ottimizzata per ridurre al minimo i carichi del vento in condizioni di vento comuni o un ponte potrebbe essere progettato per evitare la risonanza con i venti prevalenti.

Dal punto di vista della progettazione strutturale, l'effetto della direzione del vento è un fattore vitale nel determinare i percorsi di carico e i requisiti di resistenza di diversi elementi strutturali. Le strutture sono spesso progettate per essere robuste di fronte ai carichi del vento più severi previsti durante la loro vita. Ciò comporta la comprensione dei modelli del vento prevalenti, inclusa la direzione, la velocità e la frequenza, per informare l'orientamento, la forma e l'armatura strutturale.

Inoltre, la direzione del vento può influenzare la ventilazione, l'efficienza energetica e persino i livelli di comfort all'interno degli edifici, influenzando gli aspetti architettonici della progettazione strutturale. In alcuni casi, può anche avere un impatto sull'erosione del terreno intorno alla struttura, influenzandone la fondazione e la stabilità. Ecco alcuni effetti chiave della direzione del vento sulla simulazione del vento:

2. Simulazioni CFD

  • Analisi aerodinamica: le simulazioni CFD consentono l'analisi del flusso d'aria intorno alle strutture. La modifica delle direzioni del vento influirà sulla distribuzione della pressione attorno a un edificio o struttura.
  • Modellazione della turbolenza: diverse direzioni del vento possono causare effetti di turbolenza variabili, che possono essere studiati e modellati utilizzando CFD.
  • Regione della scia: la regione della scia, che è un'area di flusso disturbato a valle della struttura, può essere molto sensibile alla direzione del vento. Ciò ha implicazioni per le strutture situate a valle o per la progettazione di gruppi di edifici in cui si considera il flusso d'aria tra le strutture.
  • Ventilazione e qualità dell'aria: la direzione del vento influenza la ventilazione naturale e la dispersione dell'inquinamento intorno agli edifici e CFD può aiutare nell'analisi di questi effetti.
  • Convalida e calibrazione: Affinché le simulazioni CFD siano efficaci, devono essere convalidate e calibrate con misurazioni del mondo reale. Comprendere le direzioni prevalenti del vento è fondamentale per questo processo.

3. Verifica strutturale

  • Calcolo del carico: la direzione del vento influenza il carico del vento sulle strutture. Gli ingegneri devono considerare gli scenari peggiori, che coinvolgono varie direzioni del vento, per garantire che le strutture possano sopportare i carichi più elevati possibili.
  • Risposta dinamica: le strutture rispondono in modo diverso ai carichi del vento provenienti da varie direzioni, influenzando la loro risposta dinamica. La comprensione di queste risposte è fondamentale per la progettazione di strutture stabili.
  • Distorsione del vortice: a seconda della direzione del vento, può verificarsi un distacco del vortice, che causa oscillazioni nelle strutture, in particolare quelle snelle come ciminiere e torri.
  • Fenomeni aeroelastici: in strutture come i ponti, la direzione del vento può portare a fenomeni aeroelastici come il flutter, che possono essere catastrofici se non mitigati durante la progettazione.

4. Interazione tra direzione del vento, CFD e verifica strutturale

  • Approccio interdisciplinare: architetti, ingegneri strutturisti e analisti CFD collaborano spesso, utilizzando i risultati CFD per prendere decisioni di progettazione strutturale.
  • Ottimizzazione della progettazione: le simulazioni CFD possono aiutare a ottimizzare la forma e l'orientamento degli edifici per ridurre al minimo i carichi del vento e migliorare le prestazioni aerodinamiche.
  • Progettazione di facciate: le informazioni sulla direzione del vento e sulla distribuzione della pressione vengono utilizzate per progettare facciate in grado di sopportare vari carichi del vento.
  • Comfort per i pedoni: gli studi garantiscono anche che le condizioni del vento a livello del suolo rimangano confortevoli e sicure per i pedoni.

5. Caso di studio

Ad esempio, viene scelta una forma di edificio semplice (Figura 2) per valutare l'effetto della direzione del vento su di essa. I valori di Fd,Fx,Fy,Fz sono relativi alle forze di resistenza totali, alla forza in direzione x, alla forza in direzione y e alla forza in direzione z, anche Cp,max,pos e Cp,min,neg sono relative alla pressione positiva massima del vento e alla pressione minima del vento (Figura 3 e Tabella 1).

Direzioni del vento(θ) Fd (kN) Fx (kN) Fy (kN) Fz (kN) Cp,max,pos Cp,min,neg
θ=0 199,39 195,12 -14,43 38,40 0,97 -1,29
θ=15 184,28 180,34 10,88 36,30 0,97 -2,07
θ=30 236,40 230,56 -33,69 39,91 0,99 -4,39
θ=45 240,63 237,00 0,912 41,63 1.00 -3,84
θ=60 236,71 230,62 35,72 39,62 0,99 -4,48
θ=75 178,40 172,40 -28,80 35,74 0.98 -1,99

6. Conclusione

La direzione del vento è una componente vitale nell'analisi e nella progettazione delle strutture. Attraverso le simulazioni CFD, gli ingegneri possono prevedere e mitigare l'impatto del vento, adattando i loro progetti per resistere alla natura instabile dei modelli del vento. Mentre spingiamo i confini dell'architettura e dell'ingegneria, l'armonizzazione della struttura con la direzione del vento attraverso la simulazione avanzata diventa una testimonianza della nostra crescente padronanza delle forze che modellano il nostro ambiente costruito. Nel caso di studio attuale, abbiamo dimostrato che l'angolo di 45 è lo scenario più critico relativo alle forze di resistenza.

L'impatto della direzione del vento non è solo limitato alle pressioni esterne; influenza anche il comportamento aerodinamico, comprese le potenziali regioni di distacco dei vortici e di scia, che possono indurre carichi oscillatori. Questi effetti dinamici devono essere compresi a fondo per garantire l'integrità strutturale e la funzionalità di edifici, ponti e altre infrastrutture. Pertanto, incorporando la variabilità della direzione del vento nelle simulazioni CFD, gli ingegneri possono prevedere i possibili scenari che una struttura può incontrare nel corso della sua vita. Ciò porta a progetti più robusti ed efficienti in grado di resistere alla natura capricciosa del vento, garantendo sicurezza, prestazioni e longevità.

Autore

Mahyar Kazemian, M.Sc.

Mahyar Kazemian, M.Sc.

Marketing e ingegneria del prodotto

Il Sig. Kazemian è responsabile dello sviluppo del prodotto e del marketing per il software Dlubal, in particolare per il programma RWIND 2.

Scrivi un commento...

Scrivi un commento...

  • Visualizzazioni 539x
  • Aggiornato 4. dicembre 2023

Contattaci

Contatta Dlubal

Ha altre domande o ha bisogno di consigli? Contattaci tramite telefono, e-mail, chat o forum, oppure effettua una ricerca nella pagina delle FAQ, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

+39 051 9525 443

[email protected]

RWIND

Programma stand-alone

RWIND 2 è un programma (galleria del vento digitale) per la simulazione numerica dei flussi del vento attorno a qualsiasi geometria di un edificio con determinazione dei carichi del vento sulle loro superfici. Può essere utilizzato come applicazione stand-alone o utilizzato insieme a RFEM e RSTAB per una completa analisi e progettazione strutturale.

Prezzo della prima licenza
2.750,00 EUR
RWIND

Programma stand-alone

Con RWIND 2, hai un programma al tuo fianco che utilizza una galleria del vento digitale per la simulazione numerica dei flussi del vento.

Prezzo della prima licenza
3.750,00 EUR